martedì, Novembre 24, 2020
Home > Abruzzo > Teramo, siglata per la prima volta la convenzione Comune – associazioni di Protezione Civile

Teramo, siglata per la prima volta la convenzione Comune – associazioni di Protezione Civile

teramo

Teramo, siglata per la prima volta la convenzione Comune – associazioni di Protezione Civile

TERAMO – Per la prima volta nella storia del Comune di Teramo, una convenzione codifica e regola i rapporti tra l’ente e le associazioni di Protezione Civile, aprendo così modalità di collaborazione che non si basano più sulla pur nobile idea del volontariato e della mera prestazione d’opera ma che si fondano sulla determinazione chiara ed esplicita della relazione.

Nei giorni scorsi la giunta municipale, su impulso del Vicesindaco e Assessore alla Protezione Civile Giovanni Cavallari, ha approvato la delibera che contiene I’atto in cui sono sanciti termini e modalità del rapporto; viene così implicitamente riconosciuto alle associazioni di volontariato e del terzo settore il valore di una preziosa e insostituibile collaborazione e cooperazione, già  ampiamente manifestatasi in tutte le situazioni in cui si è resa necessaria.

La convenzione rende esplicito il rango alto e di particolare importanza del concreto sostegno che le associazioni assicurano all’amministrazione e di conseguenza ai cittadini; essa contiene intrinsecamente il plauso, che in tale modo si fa costante, per competenze così intense da rendersi, non di rado, ammirevoli. L’intesa è pertanto Il frutto di una consuetudine ormai sempre più affermata e guarda al futuro con uno spirito di riconoscenza, basato non già sul mero apprezzamento ma consolidato dalla gratificazione concreta, che si esprime anche con una remunerazione, seppur minimale.

La convenzione è stata già sottoscritta dalle associazioni e dall’amministrazione e segna di fatto un progresso evidente rispetto al passato, perché appunto vengono precisate, fuggendo così dal volontarismo estemporaneo (seppure sempre efficacissimo) le modalità di un rapporto già garantito soprattutto nei momenti di particolare necessità. Come è stato per il terremoto e come per la prima fase dell’epidemia.

Il vicesindaco Cavallari manifesta “Orgoglio per il risultato raggiunto, che implicitamente riconosce il valore di una attività rispetto alla quale le associazioni non ci sono mai tirate indietro e che ha fatto anche sentire gli amministratori confortati nelle loro scelte e azioni; abbiamo in tal modo rispettato un impegno assunto da tempo, e resosi moralmente non più rinviabile anche in virtù dell’attività preziosissima e insostituibile svolta dalle associazioni durante la prima fase dell’epidemia. Si sancisce l’intesa, non per disciplinare nelle pieghe di un accordo le modalità di relazione ma per liberare in tutte le sue più ampie prospettive una operatività che tutti sappiamo insostituibile e qualificatissima”.

Il Sindaco Gianguido D’Alberto dichiara:  “La predisposizione della convenzione non è un atto doveroso ma il riconoscimento della simbiosi ormai indissolubile tra l’ente e le associazioni di Protezione Civile. Forte è stata la loro spinta, in termini di supporto, nei difficili momenti da tutti attraversati negli ultimi anni; forte è la loro azione, sempre competente e confortevole; forte è la loro presenza,  punto di riferimento civile e amministrativo.  D’altronde le associazioni di Protezione Civile si caratterizzano ormai sempre di più per essere associazioni di protezione sociale,  cioè collettiva, universale,  pubblica. Ringraziare tutti loro non è un atto dovuto ma un atto voluto con cui manifestiamo apprezzamento, stima e sostegno”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *