lunedì, Novembre 23, 2020
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “La Favorite” di Donizetti del 26 ottobre alle 10 su RAI 5: dalla Fenice di Venezia

Anticipazioni per “La Favorite” di Donizetti del 26 ottobre alle 10 su RAI 5: dalla Fenice di Venezia

la favorite

Anticipazioni per “La Favorite” di Donizetti del 26 ottobre alle 10 su RAI 5: diretto da  Donato Renzetti per la regia di Rosetta Cucchi dalla Fenice di Venezia

Gran Teatro La Fenice - Wikipedia

Per la Grande Musica Lirica in TV in onda su Rai 5 oggi lunedì 26 ottobre alle 10 dal Teatro La Fenice di Venezia l’opera “La Favorite” di Gaetano Donizetti nella versione andata in scena nel 2016. Con la direzione di Donato Renzetti per la regia di Rosetta Cucchi e la interpretazione di Veronica Simeoni e John Osborn.

La favorita (in francese: La Favorite) è un grand opéra in quattro atti di Gaetano Donizetti. Debuttò all’opera per l’Académie Royale de Musique di Parigi il 2 dicembre 1840, su libretto di Alphonse Royer e Gustave Vaëz.

Trama

Atto I

Nel regno di Castiglia1340.

Nel convento dei frati di Santiago di Compostela, padre Balthazar nota il novizio Fernand assorto nei suoi pensieri. Fernand gli rivela che è innamorato di una donna di cui non conosce né il nome né la condizione, e decide di abbandonare il convento per trovare la ragazza. Il padre lo avverte delle insidie della vita mondana. Intanto, sull’isola di Leon, Inez e le sue amiche attendono il battello che conduce Fernand alla bella sconosciuta. Fernand la trova: è Leonor, che gli dice di amarlo, ma non potrà mai essere sua sposa. Inez, intanto, avvisa i due che sta arrivando il re. Fernand, ingenuamente, crede che la donna sia corteggiata dal re Alphonse XI di Castiglia, anche se egli è sposato. Per compiacerla, e ascoltando un suo consiglio, decide di seguire la carriera militare.

Atto II

Nei giardini d’Alcazar, Alphonse commenta con Don Gaspar la vittoria sugli infedeli, dove si è distinto il giovane Fernand. Anche se deve ricevere un messo dal papa, Alphonse riceve la sua amante Leonor, con cui da tempo ha una relazione. Leonor si ribella, stanca della sua relazione col re, e lo avvisa di non fare azioni sconsiderate, visto che Alphonse, per amor suo, decide di ripudiare la moglie. Durante la festa che il re ha organizzato per Leonore, Alphonse scopre che Fernand ama la bella, e la Favorita rivela che ella è innamorata di un giovane di cui non rivela il nome. Irrompe Balthazar, messo del papa, che minaccia il re, maledice Leonore, e consegna la bolla papale contenente la scomunica per Alphonse.

Atto III

Copertina del libretto Edizioni Madella

Alphonse, scoperto che Fernand ama Leonor, decide di farli sposare, per rappacificarsi con la Chiesa. Leonor rimane interdetta, ma decide di confessare a Fernand il passato, e manda Inez a cercarlo. La povera Inez, però, viene arrestata da don Gaspar. Il re nomina Fernand marchese, e viene celebrato il matrimonio dei giovani. Improvvisamente arriva Balthazar, e il giovane capisce che ha sposato l’amante del re, e lancia ingiurie su Alphonse e Leonor, spezza la spada ai piedi del re, ed esce con padre Balthazar.

Atto IV

Nel convento di san Giacomo, i monaci stanno scavando le loro tombe. Fernand ricorda l’amata Leonor, sul procinto di prendere i voti (Favorita del re… spirito gentil ne’ sogni miei). Proprio Leonor compare, spossata dal dolore e in fin di vita, e chiede perdono a Fernand pregando nella cappella. Subito dopo essere stato ordinato, Fernand incontra Leonor e si sconvolge. Leonor si dichiara innocente, e muore ottenendo il perdono dell’amato.

Struttura musicale

  • Sinfonia

Atto I

  • N. 1 – Introduzione Pieuz monastère… Un ange, une femme inconnue (Coro, Fernand, Balthazar)
  • N. 2 – Coro e Duetto Rayons dorés… Mon idole! Dieu t’envoie (Coro, Inès, Lèonor, Fernand)
  • N. 3 – Aria Oui, ta voix m’inspire (Fernand)

Atto II

  • N. 4 – Cavatina Jardins de l’Alcazar… Lèonor! Viens, j’abandonne (Alphonse)
  • N. 5 – Duetto Dans ce palais règnent pour te séduire (Lèonor, Alphonse)
  • Balletto
  • N. 6 – Finale II Ah! Sire!… Redoutez la fureur (Balthazar, Alphonse, Lèonor, Inès, Gaspar, Coro)

Atto III

  • N. 7 – Terzetto Fernand, de votre amour (Alphone, Fernand, Lèonor)
  • N. 8 – Aria L’ai-je bien entendu… O mon Fernand (Lèonor)
  • N. 9 – Finale III Déjà dans la chapelle… Quel marché de bassesse… Sire, je vous dois tout (Coro, Fernand, Alphonse, Gaspar, Lèonor, Balthazar)

Atto IV

  • N. 10 – Aria Les cieux s’emplissent d’etincelles (Balthazar, Coro)
  • N. 11 – Aria La maîtresse du Roi… Ange si pur (Fernand)
  • N. 12 – Duetto e Finaletto Fernand! Fernand!… Va-t’en d’ici! (Fernand, Lèonore, Balthazar, Coro, )
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *