giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Marche > Denunce di reati nelle Marche: in calo nel 2020. I numeri delle province

Denunce di reati nelle Marche: in calo nel 2020. I numeri delle province

denunce

Denunce di reati nelle Marche: in calo nel 2020. I numeri delle province

Diminuiscono furti, rapine, estorsioni, mentre crescono anche se di poco le violenze sessuale, il riciclaggio e di molto l’usura nelle Marche. Sono queste alcune conclusioni del rapporto sulla criminalità relativo l’anno 2019.

Le tabelle sono state pubblicate dal Sole24Ore e sono relative al primo semestre del 2020. Periodo che comprende chiaramente il lockdown.

Vediamo in particolare le province della regione con i dati assoluti, quelli ogni 100mila residenti e la posizione nella graduatoria nazionale fatta di 107 province. Più alta la posizione e meno sono i reati per provincia.

ProvinciaDenunce ogni 100.000 abitantiNumero di denuncePosizione 2020Posizione 2019
Ancona2.819,813.2467062
Macerata2.718,8 8.4787867
Fermo2.716,1 4.6998083
Ascoli Piceno2.699,3 5.5718266
Pesaro/Urbino2.577,7 9.2069291
Primi sei mesi 2020

Al primo posto in Italia la provincia di Milano (6697,4 denunce ogni 100mila abitanti) seguita da Firenze (6.209,8) e da Rimini (5.884,1). Le province più tranquille sono Potenza (2168,0), L’Aquila (2099,8) e Oristano (1.606,3).

In totale, il database interforze sull’attività criminale, gestito dal dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, registra un calo in media del 25,9% dei delitti commessi e denunciati durante i primi sei mesi del 2020. 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *