martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film biografico stasera in TV: “Stronger – Io sono più forte” giovedì 12 novembre 2020

Il film biografico stasera in TV: “Stronger – Io sono più forte” giovedì 12 novembre 2020

film Stronger

Il film biografico stasera in TV: “Stronger – Io sono più forte” giovedì 12 novembre 2020 alle 21:20 su Rai 3  

Stronger film.jpg

Stronger – Io sono più forte (Stronger) è un film del 2017 diretto da David Gordon Green con protagonisti Jake GyllenhaalTatiana Maslany e Miranda Richardson.

La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonimo libro autobiografico scritto da Jeff Bauman, assieme a Bret Witter, riguardo l’attentato alla maratona di Boston avvenuto il 15 aprile 2013, in cui Bauman perse entrambe le gambe.

Jeff Bauman è un nativo di Boston ben intenzionato ma con risultati insufficienti che lavora al banco della gastronomia di un Costco e vive in un piccolo appartamento con due camere da letto con la madre alcolizzata Patty. Una notte al bar locale, Jeff incontra la sua ex ragazza Erin, che è attratta dalla sua gentilezza e dal suo fascino, ma si ritrova costantemente frustrata dalla sua mancanza di impegno. Dopo aver appreso che Erin sta correndo alla maratona di Boston per raccogliere fondi per l’ospedale in cui lavora, Jeff chiede a tutti gli avventori del bar di donare e poi promette a Erin che la aspetterà al traguardo con un grande cartello.

Il giorno della maratona, Jeff si arrampica per arrivare in tempo al traguardo, ma lo raggiunge prima di Erin. Mentre si avvicina al traguardo, una bomba esplode proprio dove si trova Jeff. Dopo essere stato ricoverato in ospedale, entrambe le gambe di Jeff vengono amputate sopra il ginocchio. Quando riprende conoscenza, Jeff dice a suo fratello di aver visto l’attentatore prima dell’esplosione. Patty chiama l’FBI, dove Jeff è in grado di fornire loro una descrizione di Tamerlan Tsarnaev . Le autorità locali catturano Dzhokhar Tsarnaev giorni dopo e Jeff viene salutato come un eroe.

Jeff fatica ad adattarsi alle sue condizioni, così come alla sua ritrovata fama. Patty prenota diverse interviste e circonda costantemente Jeff di giornalisti durante le sue sessioni di riabilitazione, cosa che Erin, che da allora ha riacceso con Jeff, obietta. Jeff e la sua famiglia vengono invitati dai Boston Bruins alla seconda partita del primo turno dei playoff della Stanley Cup contro i Toronto Maple Leafs . L’organizzazione Bruins chiede a Jeff di sventolare la bandiera durante la cerimonia di apertura del gioco. La folla al TD Gardeninnesca flashback traumatici per Jeff, che si rompe nell’ascensore. Erin lo conforta e insiste affinché parli alla sua famiglia della fragilità del suo stato mentale e dell’impatto che la sua ritrovata esposizione sta avendo su di esso. Più tardi quella notte, fanno l’amore per la prima volta dopo il suo infortunio.

Patty prenota a Jeff un’intervista con Oprah Winfrey senza dirglielo, facendo parlare Erin e dicendo a Patty che la costante attenzione dei media sta intensificando il disturbo da stress post – traumatico di Jeff. Dopo una discussione tra Patty ed Erin, Jeff ammette finalmente che non vuole più fare interviste. Una Patty scoraggiata gli dice che desidera solo che il mondo veda quanto è fantastico suo figlio. Presto inizia a soddisfare le peggiori tendenze di Jeff, inclusa la sua pigrizia e l’affinità per il bere. Inizia a saltare gli appuntamenti di terapia fisica, a causa delle lunghe notti di bevute di solito con Patty. Erin, che da allora si è trasferita, trova Patty svenuta sul divano e un Jeff privo di sensi in una vasca da bagno, coperto di vomito. Il giorno dopo, si scaglia contro Patty per il suo egoismo e negligenza prima di chiamare Jeff per la sua autocommiserazione e il rifiuto di opporsi a sua madre. Erin se ne va, lasciando Jeff e Patty a guidare a casa da soli.

Quella notte, Jeff fa saltare Erin a bere con i suoi fratelli in un bar. Due clienti al bar iniziano a fare domande a Jeff sull’attentato, insinuando che l’evento fosse una cospirazione del governo per iniziare una guerra in Iran e Jeff è stato pagato per sembrare una vittima. Insultati, Jeff ei suoi fratelli iniziano una rissa da bar con i clienti. Erin lo va a prendere più tardi quella notte e gli dice che è incinta. Jeff inizia a farsi prendere dal panico e le dice che non è pronto per essere un padre, facendo sì che Erin lo rimproveri per essere costantemente scappato dai suoi problemi. Lo lascia in macchina senza togliere la sedia a rotelle dal bagagliaio, entra nel loro appartamento e fa le valigie. Jeff striscia verso la porta dell’appartamento e ha un flashback di PTSD dell’attentato nella sua interezza.

Jeff incontra Carlos , un uomo che si è preso cura di lui subito dopo l’attentato e gli ha salvato la vita. Carlos gli racconta di suo figlio, un marine morto in Iraq. Dopo aver tentato il suicidio, Carlos è stato costretto a partecipare al funerale di suo figlio in barella. Il figlio minore, incapace di far fronte alla morte del fratello maggiore e al costante stato di dolore in cui si trovava suo padre, si è suicidato. Carlos confida che salvare Jeff lo ha aiutato a fare pace con la morte dei suoi figli e con la colpa che si è attribuito a causa loro. Jeff inizia a capire che la sua volontà di vivere di fronte alle avversità è ciò che conforta e ispira le persone. Smette di bere e inizia a prendere più seriamente la sua riabilitazione. Lascia a Erin un messaggio vocale in cui si scusa per il suo comportamento, assumendosi finalmente la piena responsabilità della sua immaturità e paura dell’impegno. Pochi giorni dopo, lui e Carlos lanciano il primo tiro per una partita dei Boston Red Sox al Fenway Park , dove incontraPedro Martinez . Erin guarda a casa e sorride. Dopo la partita, dozzine di persone si avvicinano a Jeff e gli dicono come e perché ha influenzato così pesantemente le loro vite.

Lui ed Erin si incontrano in una tavola calda dove cammina con le sue protesi per la prima volta senza assistenza. Dice a Erin che la ama, a cui lei risponde: “Bene”. Le prende la mano e sorride.

Regia di  David Gordon Green

Con Jake GyllenhaalTatiana Maslany e Miranda Richardson.

Fonte: WIKIPEDIA