venerdì, Luglio 23, 2021
Home > Abruzzo > Abruzzo, scuola: si riparte

Abruzzo, scuola: si riparte

al via la richiesta

Abruzzo, scuola: si riparte

TERAMO – Finalmente riparte la scuola in Abruzzo, dopo il lockdown natalizio. Ad annunciarlo è l’Assessore Regionale Pietro Quaresimale sul suo profilo Facebook.

“Nelle scuole della infanzia, elementari e medie le lezioni riprenderanno, in presenza, il 7 gennaio, mentre gli studenti delle superiori torneranno in aula l’11 gennaio prossimo, al 50% in presenza, e con ingressi scaglionati, e con un piano di sicurezza e trasporti che sono stati concordati in più incontri tra Prefetture, Regione, in particolare con i Dipartimenti Istruzione, Salute e Trasporti, ed Ufficio scolastico regionale”.

“L’Abruzzo è pronto, lo eravamo con le superiori al 75%, lo siamo ora al 50%. Siamo in contatto continuo con le istituzioni interessate, in primis con il direttore dell’ufficio scolastico regionale, i prefetti delle quattro province, i vertici dirigenziali della scuola e con i nostri Dipartimenti” ha precisato Quaresimale”.

“Stamani, – ha spiegato ieri l’Assessore Quaresimale – ci siamo messi in contatto, attraverso il nostro DipartimentoIstruzione, con il Ministero, e ci hanno confermato quanto avevamo saputo dai media: c’è stato spiegato che erano in via di definizione gli ultimi dettagli prima dell’invio della comunicazione che è arrivata nel primo pomeriggio. Ma noi ci siamo preparati per tempo con diverse riunioni operative seguite con attenzione anche con il governatore Marco Marsilio”.

“La scuola è un valore aggiunto sia per l’istruzione sia per la socializzazione dei giovani, è un comparto che va tutelato e incentivato nonostante la pandemia, senza la scuola si pagherebbe uno scotto ancora più grave dopo quello sanitario ed economico” ha detto l’Assessore.

“Ricominciamo in sicurezza. Sono in atto anche screening di massa voluti della Regione e tra studenti e docenti voluti dai Comuni con il supporto della Protezione Civile Regionale. Vogliamo confermare i buoni dati attuali e l’Rt più basso in Italia riaprendo le scuole con l’auspicio che i cittadini non abbassino la guardia e rispettino le norme di sicurezza. Come fatto del resto fin da ora” ha concluso Pietro Quaresimale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net