venerdì, Marzo 5, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Nino Taranto del 6 febbraio alle 16 su Rai 5: “Virata di bordo”

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Nino Taranto del 6 febbraio alle 16 su Rai 5: “Virata di bordo”

nino taranto

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Nino Taranto del 6 febbraio alle 16 su Rai 5: “Virata di bordo”

(none)

Per lo spazio “Stardust Memories”, che ogni sabato pomeriggio su Rai5 offre in versione restaurata i grandi classici del teatro delle Teche Rai, Rai Cultura propone un omaggio all’attore Nino Taranto nel 35° anniversario della scomparsa (23 febbraio 1986). Affermato interprete del teatro, Taranto è stato anche un importante caratterista del cinema e celebre spalla di Totò. Apre l’omaggio la commedia in tre atti “Virata di bordo”, in onda sabato 6 febbraio alle 16.00 su Rai5, scritta da Titina De Filippo, in collaborazione con il fratello Peppino. Regia di Giandomenico Giagni, con Nino Taranto, Isa Danieli, Angela Luce.
Al buffo atteggiarsi di parenti fatui e goderecci che invadono la sua casa si contrappone Aristide Contelmo, comandante di navi ora a riposo e titolare di una cospicua fortuna, tormentato da una sorte avversa che gli ha strappato innaturalmente la moglie e spinto al suicidio due figli. Motivo di indicibile angoscia per il genitore è ora il terzo figlio, il giovane Armando, chiusosi in un inesplicabile mutismo e in volontaria segregazione dalla famiglia: il ragazzo ha scoperto di non essere figlio all’antico marinaio, ma frutto di una relazione adulterina della madre. La rivelazione gridata in viso al padre, la crisi dell’uomo, la fuga del giovane si compongono in un rinnovato sentimento che se non nasce dal vincolo di sangue riposa sull’affetto di una lunga e sincera consuetudine umana e familiare.
Nei sabati successivi saranno proposte le commedie “La morte di Carnevale” di Raffele Viviani, “Bello di papà” di Giuseppe Marotta e Belisario Randone, “Caviale e lenticchie” di Luigi Scarnicci, Renzo Tarabusi.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *