domenica, Aprile 11, 2021
Home > Abruzzo > “Montorio Guarda Avanti”: “Uffici comunali bloccati per carenza di personale”

“Montorio Guarda Avanti”: “Uffici comunali bloccati per carenza di personale”

montorio

“Montorio Guarda Avanti”: “uffici comunali bloccati per carenza di personale”

MONTORIO AL VOMANO – Riceviamo e pubblichiamo – Dall’insediamento delle ultime due amministrazioni, Facciolini e Altitonante, c’è stato un “fuggi fuggi” generale del personale comunale, fra mobilità verso altri enti e pensionamenti. Il clima è diventato molto pesante e a pagarne le conseguenze sono i cittadini, con servizi meno efficienti. Il rischio ora è la paralisi e in alcuni casi il blocco di servizi essenziali. “Montorio Guarda Avanti” focalizza l’attenzione sulla situazione difficile della pianta organica comunale e sulla mancata sostituzione di chi ha ottenuto la mobilità esterna. Stessa situazione per i diversi pensionamenti.

“Negli ultimi due anni e mezzo, con le amministrazioni che si sono succedute, sono più di dieci i dipendenti del Comune di Montorio che si sono trasferiti in altri enti o che sono andati in pensione senza essere sostituiti” affermano i Consiglieri Comunali di “Montorio Guarda Avanti”, Eleonora Magno e Andrea Guizzetti. “Con una situazione da prendere di petto, vediamo invece l’amministrazione piuttosto disorientata e fiacca, poco reattiva anche di fronte all’esito negativo dell’ultima mobilità per assumere un istruttore direttivo amministrativo. Sembra proprio che nessuno voglia venire a lavorare nel comune di Montorio”.

“Analizzando la situazione, è come se nessuno volesse collaborare con questa amministrazione” continuano i Consiglieri Comunali di “Montorio Guarda Avanti”. “Probabilmente a scoraggiare è il clima poco sereno e caotico determinato nel nostro comune dalla mancanza di un chiaro indirizzo politico e di una coerente programmazione. A parte le stravaganti dichiarazioni di progetti mirabolanti, non sono chiari gli obiettivi a cui puntare e, senza un’organizzazione efficiente, per molti dipendenti comunali l’ambiente di lavoro si è trasformato in un percorso ad ostacoli, spesso con carichi di lavoro insostenibili”.

“Evidenziamo carenze di personale in quasi tutte le aree e la scelta del sindaco Fabio Altitonante di affidare la maggior parte dei settori (lavori pubblici, urbanistica, finanziaria, tributi e anagrafe) a un unico responsabile, oltre a generare malumori interni, rischia di creare un imbuto pericoloso per un comune delle dimensioni e con gli impegni che ha Montorio”  concludono i Consiglieri Comunali Magno e Guizzetti. “Anche le continue dichiarazioni dai toni aggressivi e spropositati, leggasi l’ultimo comunicato del vicesindaco, danno l’idea di un ente da cui stare alla larga. Ci auguriamo un cambio di rotta e consigliamo all’amministrazione di curare con attenzione anche il  benessere organizzativo, sapendo quanto un ambiente lavorativo sereno e gratificante incida sulla produttività e sulla capacità di corrispondere alle legittime aspettative dei cittadini. Attendiamo dal sindaco una risposta tempestiva e concreta: non una semplice dichiarazione d’intenti e nemmeno il solito attacco alle precedenti amministrazioni. Come stanno le cose è chiaro: la mobilità in entrata è appena andata deserta, mentre i numerosi casi di mobilità in uscita e pensionamenti avvenuti durante la precedente amministrazione hanno lasciato vuoti che si sta tardando troppo a colmare. Dopo tutta questa perdita di tempo e i ripetuti annunci, chiediamo una soluzione urgente ed efficace; è tempo di procedere all’immediata indizione dei concorsi necessari a reintegrare pienamente la pianta organica, confidando che la partecipazione sia ampia e la procedura trasparente e rapida”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *