lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Marche > Festival della canzone a San Benedetto: non il primo ma prima di Sanremo

Festival della canzone a San Benedetto: non il primo ma prima di Sanremo

Festival della canzone a San Benedetto: non il primo ma prima di Sanremo

San Benedetto del Tronto – Con la kermesse del Festival di Sanremo, in diversi hanno rievocato un festival, sempre musicale, svolto a San Benedetto nel 1931, ovvero quasi vent’anni prima quello di Sanremo.

In effetti quell’anno si tenne la Festa della canzone sambenedettese. Si trattava chiaramente di una festival canoro in vernacolo sambenedettese. L’evento si svolse in un periodo di particolare sviluppo per la città anche per il primato ittico che andava conquistando per i notevoli movimenti marinari e per la quantità di pesce sbarcato. E’ anche l’anno della sistemazione del lungomare a cura dell’ingegnere Luigi Onorati.

Anche a livello turistico la città inizia a imporsi nel panorama turistico italiano, specialmente nel medio adriatico. Allo Stabilimento Balneare con il suo “Albergo Bagni”, frequentatissimo durante la bella stagione, venivano organizzate, spessissimo, serate danzanti e in musica; proprio nel piazzale dello stabilimento si terrà la gara.

Quello di San Benedetto, però, non è il primo festival del genere. In Italia si tenevano già da anni festival canori folkloristici e dialettali. E’ in questo clima che nasce l’idea di organizzare il festival che si terrà l’8/9 agosto 1931 da parte del Dopolavoro Comunale e l’Azienda Autonoma di Cura e Soggiorno. Nella gara vengono lanciate Chechenelle di Mario Valeri, Sammendette mmine, Lu Sturnelle di Mario Vespasiani e Nuttate de lune di Ernesto Spina, divenuta famosa, quasi un inno sambenedettese nei decenni successivi.

A proposito del festival, il giornale Il Piceno Fascista Eja scriveva dopo lo svolgimento: “La prima festa della canzone sambenedettese, ha avuto il più lusinghiero successo e l’ansiosa attesa per questo spettacolo straordinario, che è stato l’espressione più significativa dell’anima del passato e delle aspirazioni del popolo nostro, non è andata delusa. Queste feste, a carattere folkloristico, si ripetono da qualche anno in Italia con grande entusiasmo del nostro popolo e la nostra regione, che vanta antichissime tradizioni di poesia popolare, non poteva restare assente da queste manifestazioni”.

La manifestazione nonostante il successo non fu ripetuta negli anni che seguirono. Il libro San Benedetto del Tronto di Otello Bizzarri menziona come proseguo, il Festival della Canzone turistica organizzato nel dopoguerra, a quanto sembra, per un paio di anni soltanto.

Non si può dire, stando ai vari riferimenti storici che i festival musicali siamo nati in Riviera. Sicuramente a San Benedetto hanno preceduto la manifestazione sanremese e anche di parecchi anni.

Nella foto la 2° Rassegna Nazionale della Canzone Turistica

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net