domenica, Aprile 11, 2021
Home > Marche > Nasce nelle Marche il “Parlamento Virtuale Italiano”: “Per una società onesta e giusta”

Nasce nelle Marche il “Parlamento Virtuale Italiano”: “Per una società onesta e giusta”

parlamento virtuale italiano

Nasce nelle Marche il Parlamento Virtuale Italiano, scuola di Formazione Politica Laica ed Apartitica promossa dall’Associazione Culturale “Progetto Nuova Repubblica” .

La piattaforma della Scuola di Formazione Politica Laica ed Apartitica, denominata  Parlamento Virtuale Italiano, è libera e aperta a tutti, qualunque sia la collocazione tra i partiti e/o ideologie politiche. “Questo progetto – si legge accedendo alla home del sito – nasce grazie al contributo di tutti coloro che credono nella sovranità del Popolo, di tutti coloro che intendono riavvicinare la “Politica alla Gente” e “La Gente alla Politica”, per investire insieme nella formazione e nella cultura politica del “Cittadino”. 

L’obiettivo, sicuramente ambizioso, è quello di colmare la distanza esistente, ed avvertita in maniera sempre più profonda dalla popolazione, tra classe politica e cittadini.

Ed è proprio dall’esigenza di creare una nuova società, che possa essere fautrice del proprio destino, non subendo quindi passivamente gli eventi, che nasce il “Parlamento Virtuale Italiano”: “Sogniamo che ogni cittadino possa essere in grado di partecipare attivamente alla vita politica della propria città, della propria regione e dell’Italia”.

Questa la mission: “Ci prefiggiamo di contribuire alla formazione di una Nuova generazione capace, politicamente preparata, socialmente ed eticamente irreprensibile. 

Vogliamo contribuire alla realizzazione di una società onesta, una società giusta, una società unita, una società degna di essere lasciata in eredità ai nostri figli, ai nostri nipoti; vogliamo recuperare le nostre radici sociali, politiche e culturali nelle quali da sempre ci riconosciamo.

Noi dell’Associazione Culturale “Progetto Nuova Repubblica”, attraverso la “Scuola di Formazione Politica Apartitica” e con il progetto “Parlamento Virtuale Italiano”, ci prefiggiamo di istruire, creare e formare una nuova classe dirigente, non solo politica, con l’ambizione di renderla capace di essere responsabile socialmente, economicamente, politicamente e soprattutto eticamente. Una classe dirigente che sappia confrontarsi, anche aspramente ma senza mai trascendere, col fine di trovare la migliore soluzione per il benessere della gente, anteponendo gli interessi della Comunità a quelli di pochi”.

Per chi si iscriverà alla “Scuola di Formazione Politica Laica ed Apartitica”, saranno e sono già disponibili videolezioni e dispense realizzate dai docenti coinvolti nel progetto. Un’iniziativa, questa, che si prefigge l’obiettivo di fare la differenza. E, sicuramente, unica nel suo genere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *