lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film horror stasera in TV: “L’Esorcista – versione integrale” sabato 13 marzo 2021

Il film horror stasera in TV: “L’Esorcista – versione integrale” sabato 13 marzo 2021

esorcista versione integrale

Il film horror stasera in TV: “L’Esorcista – versione integrale” sabato 13 marzo 2021 alle 21.15 su Italia 2 (Canale 66)

L'esorcista.png

L’esorcista (The Exorcist) è un film del 1973 diretto da William Friedkin con Linda BlairEllen BurstynJason Miller, Lee J. CobbMax von Sydow tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty, che scrisse anche la sceneggiatura del film.

La pellicola ebbe molto successo malgrado i problemi di censura e, negli anni seguenti, generò due sequel: L’esorcista II – L’eretico (1977), L’esorcista III (1990), e una riedizione in versione integrale del 2000, con circa undici minuti di scene inedite. Nel 1974 ne fu anche realizzata una versione cinematografica turca intitolata Şeytan, mentre nel 2016 è servita da ispirazione per l’omonima serie televisiva The Exorcist.

Ben accolto dalla critica, il film divenne presto un punto di riferimento del cinema moderno, acquisendo una notevole popolarità e esercitando un forte impatto culturale. Nel 2010 entrò a far parte del National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Unit.

The Exorcist (film) - Wikipedia

In un sito archeologico dell’antica città di Ninive, nell’Iraq del Nord, viene dissotterrata una statuetta che raffigura il volto del demone Pazuzu. Uno degli archeologi presenti, Lankester Merrin, sacerdote cattolico anziano e malato di cuore, rimane molto turbato dal ritrovamento.

L’attrice Chris MacNeil si trova a Georgetown, quartiere di Washington, insieme alla figlia dodicenne Regan per le riprese di un film. Regan trova, nella casa dove vivono, una tavola ouija e giocando con essa evoca il demone Pazuzu, che la inganna dicendole di essere Capitan Gaio. Chris nota Damien Karras, un giovane gesuita greco-cattolico medico specialista in psichiatria, che pochi giorni più tardi viene sconvolto dalla perdita della madre e dall’ossessivo senso di colpa per non esserle stato abbastanza vicino, preso dai troppi impegni del proprio ministero. Il giorno del suo compleanno, Regan ascolta la madre parlare infuriata al telefono: la donna cerca inutilmente di contattare l’ex marito, che vive a Roma e che non si è fatto vivo per fare gli auguri alla figlia. La notte seguente la ragazza si rifugia in camera della madre, sostenendo che il suo letto si muova e non la lasci dormire. Qualche sera dopo Chris tiene un ricevimento a casa sua per la fine delle riprese del film, cui partecipano anche padre Dyer e il regista Burke Dennings. In questa occasione, Regan inizia a dare segni di squilibrio, cosa che spinge la madre a sottoporla a diverse visite mediche. Nel frattempo si verificano strani episodi nella cittadina e più precisamente in una chiesa, dove viene profanata una statua della Madonna. Intanto Regan continua a peggiorare, ma i medici non capiscono quale sia la causa dei suoi problemi. Una sera Chris torna a casa e la trova vuota. La sua segretaria Sharon, al suo ritorno, si giustifica dicendo di aver lasciato Burke Dennings a badare a Regan. Poco dopo, le donne vengono informate della tragica morte dell’uomo, precipitato dalla scalinata accanto alla loro casa.

Il tenente Kinderman sospetta che si tratti di omicidio e inizia a indagare: parlando con Chris, la donna capisce che dietro alla morte dell’uomo c’è la mano di sua figlia. I medici ammettono la loro impotenza di fronte ai problemi di Regan e, di fronte al tentativo fallito di una visita psichiatrica, consigliano a Chris di rivolgersi a un esorcista. La donna, atea, è diffidente, ma alcuni terrificanti e anormali comportamenti della figlia la inducono a rivolgersi a padre Karras. L’uomo incontra Regan più volte come psichiatra, inizialmente convinto che i disturbi della ragazzina siano di origine mentale, ma quando sente Regan parlare in latino e francese oltre che al contrario, si decide a domandare ai propri superiori l’autorizzazione per un esorcismo: il rettore la concede e decide di chiamare padre Lankester Merrin, sacerdote e esorcista esperto dal passato tormentato, al quale padre Karras farà da assistente. Padre Merrin si presenta di notte a casa MacNeil con padre Karras e intende cominciare immediatamente.

L’esorcismo si presenta subito molto difficile: il demone si oppone strenuamente all’esorcismo e ad un certo punto fa parlare Regan con la voce della madre di padre Karras, cosa che fa cedere emotivamente il giovane sacerdote. Padre Merrin lo fa uscire dalla stanza. Al suo ritorno, padre Karras trova padre Merrin stroncato da un infarto, provocato probabilmente dalla demoniaca Regan. Infuriato, si avventa contro di lei e ordina al demone di uscire dal corpo della ragazza e prendere il suo: l’entità si impossessa del sacerdote e cerca di strangolare Regan, ma l’uomo resiste e riesce a gettarsi dalla finestra, uccidendosi, prima di poter fare del male alla bambina. Da questa tragica vicenda il tenente Kinderman comprende finalmente in quale maniera atroce è morto Burke Dennings. Il film si conclude con Chris e Regan (che ha ripreso le sue normali sembianze) che si trasferiscono a Los Angeles per dimenticare il terribile incubo che hanno vissuto.

Personaggi

  • Regan MacNeil, interpretata da Linda Blair: è una dodicenne che inizia ad avere disturbi comportamentali e che si scoprirà essere posseduta dal demone Pazuzu.
  • Chris MacNeil, interpretata da Ellen Burstyn: è la madre di Regan, un’attrice atea che vive da sola con la figlia.
  • Padre Damien Karras, interpretato da Jason Miller: è un prete gesuita greco-cattolico che affianca Merrin nell’esorcismo di Regan; l’uomo ha affrontato una crisi spirituale dopo la perdita della madre.
  • William F. Kinderman, interpretato da Lee J. Cobb: è il tenente di polizia che indaga sulla morte di Burke Dennings.
  • Padre Lankester Merrin, interpretato da Max von Sydow: è il prete e archeologo incaricato di esorcizzare Regan. Già in passato ha effettuato altri esorcismi.
  • Sharon Spencer, interpretata da Kitty Winn: è la segretaria e assistente personale di Chris MacNeil.
  • Burke Dennings, interpretato da Jack MacGowran: è l’eccentrico regista che muore ucciso dalla demoniaca Regan.
  • Padre Joseph Dyer, interpretato da William O’Malley: è un prete amico di Karras.
  • Samuel Klein, interpretato da Barton Heymen: è il medico che consiglia a Chris di rivolgersi ad un prete per aiutare Regan.
  • Pazuzu, doppiato da Mercedes McCambridge (e da Laura Betti nella versione italiana): il demone assiro che si impossessa di Regan.
Versione integrale – Note

Il regista William Friedkin e il produttore e sceneggiatore William Peter Blatty nella versione integrale del 2000 hanno rivisitato la pellicola integrando 11 minuti di scene eliminate e restaurando audio e pellicola con qualità digitale. La sostanza non ne viene alterata, anche se alcuni dettagli, e in particolare il nuovo finale con padre Dyer che si allontana col tenente Kinderman, hanno un effetto ottimista e normalizzante, tradendo lo spirito più pessimistico della prima versione.

Tra le nuove scene inserite troviamo:

  • una breve visione della casa prima dei titoli di testa. 
  • diverse immagini subliminali raffiguranti il volto del demone.
  • un dialogo tra Padre Merrin e Chris
  • la scena della “camminata a ragno” di Regan lungo le scale.
  • un finale in cui Padre Dyer e il tenente Kinderman si incontrano davanti a casa di Chris e vanno poi a mangiare insieme.

Circola una voce che assersce che la scena in cui Regan si masturba col crocifisso non fosse presente nella versione del 1973, ma tale voce è falsa.

La faccia subliminale del demone fu ispirata a Friedkin dal film Onibaba (1964).

Lo stesso regista, nel corso di un’intervista, definì la versione integrale “non come una nuova versione del suo film, ma proprio un nuovo film”.

Camminata a ragno

Fu la contorsionista Linda R. Hager a realizzare la famosa “camminata a ragno”, aiutandosi con corde e cavi che in pratica reggevano tutto il peso del suo corpo. La scena non fu però inserita nella versione del 1973 per ragioni ancora oggi sconosciute. C’è chi sostiene perchè troppo shoccante e chi per problemi tecnici in quanto si vedevano troppo i cavi che reggevano la donna.

Va detto che furono girate tre differenti versioni della sequenza. La prima termina con Regan alla quale cola sangue dalla bocca ed è quella inserita nel film. Nella seconda, più fedele al libro, Regan muove la lingua come quella di un serpente ed insegue Chris e Sharon. Nella terza versione, Regan morde la gamba di Sharon.

Regia di William Friedkin  

Con: Linda BlairEllen BurstynJason Miller, Lee J. CobbMax von Sydow

Fonte: WIKIPEDIA