lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Frontiere” del 20 marzo alle 16.30 su Rai 1: “Odissea vaccini”

Anticipazioni per “Frontiere” del 20 marzo alle 16.30 su Rai 1: “Odissea vaccini”

frontiere

Anticipazioni per “Frontiere” di Franco Di Mare del 20 marzo alle 16.30 su Rai 1: “Odissea vaccini”

(none)

A Frontiere, con Franco Di Mare su Rai3

Dopo le grandi illusioni e le promesse mancate, e una settimana ricca di tensioni in attesa della decisione dell’Ema su Astrazeneca, la primavera che sta iniziando sarà il trimestre decisivo per capire se si riuscirà a vincere la sfida dei vaccini. Una prova planetaria che tra dubbi e incertezze si è trasformata in una vera e propria “Odissea vaccini”, di cui “Frontiere” sabato 20 marzo con Franco Di Mare, alle 16.30 su Rai3, ripercorrerà le tappe più significative. Una sfida mondiale che ha l’obiettivo di vaccinare tutto il pianeta contemporaneamente e che presenta ostacoli e difficoltà continue. L’Europa dei vaccini si è trasformata nell’Europa dei veleni, tra dubbi e incertezze. Se è ingeneroso, forse, parlare di fallimento dell’Europa, è evidente lo stillicidio di tagli alle forniture, rallentamenti, intoppi nella distribuzione che hanno portato alcuni Paesi membri a muoversi in ordine sparso. La posta in gioco è la supremazia geopolitica del ventunesimo secolo. In palio c’è il potere economico, politico, sanitario. Quel vaccino vale oro, perché è l’antidoto con cui riconquistare una nuova normalità. Il Paese, il governo che ottiene per primo il vaccino – e che poi riesce a vaccinare tutti i suoi cittadini – si garantisce una lunghezza di anticipo nel ricostruire condizioni semi-normali nell’attività economica.
Numerosi gli ospiti e interventi della puntata per fare un punto della situazione: il consigliere del Ministro della Salute Walter Ricciardi, l’infettivologo dell’Ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, il capo Sala Operativa Covid – COI Col. Diego Antonio Giarrizzo, il capo dipartimento scientifico del Celio di Roma Col. Florigio Lista, il Direttore dell’ISPI Paolo Magri, la giornalista scientifica Roberta Villa, il direttore di Repubblica Maurizio Molinari, l’esperto internazionale sistemi sanitari Enrico Mairov, e i corrispondenti Rai da Gerusalemme, New York e Londra Raffaele Genah, Antonio Di Bella e Marco Varvello.