venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Le cantatrici villane” di Fioravanti del 22 marzo alle 10 su Rai 5: dal Teatro di Corte di Napoli

Anticipazioni per “Le cantatrici villane” di Fioravanti del 22 marzo alle 10 su Rai 5: dal Teatro di Corte di Napoli

le cantatrici villane

Anticipazioni per “Le cantatrici villane” di Fioravanti del 22 marzo alle 10 su Rai 5: con la regia di Corrado Pavolini e la direzione di Franco Caracciolo dal Teatro di Corte di Napoli

Gail D. Maslack (@GailMaslack) | Twitter

Per la Grande Lirica in TV oggi lunedì 22 marzo alle 10 su RAI 5 va in onda l’opera “Le cantatrici villane” di Valentino Fioravanti, nello storico allestimento andato in scena al Teatro di Corte di Napoli nel 1958 con la regia di Corrado Pavolini e la direzione di Franco Caracciolo per l’interpretazione di  Alda Noni, Sesto Bruscantini e Franco Calabrese.

Le cantatrici villane è un’opera in due atti del compositore Valentino Fioravanti su libretto di Giuseppe Palomba. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro dei Fiorentini di Napoli nel 1798[1] o nel 1799[2][3] Una versione riveduta in un atto fu rappresentata al Teatro San Moisè a Venezia nel 1801, col titolo Le virtuose ridicole, con libretto rivisto da Giuseppe Maria Foppa e ambientazione a Frascati anziché a Casoria.[3][4]

Le cantatrici villane, lavoro «ricco di ispirazione nelle sue pirotecniche trovate sceniche», unisce pagine di pungente satira del mondo teatrale settecentesco a momenti di maggior lirismo.[1]

Un’opera di Antonio Cagnoni basata sullo stesso libretto, col titolo Don Bucefalo, fu rappresentata a Milano nel 1847.[5]

Trama

La vicenda si svolge nel XVIII secolo a Casoria, nei pressi di Napoli.

Tre ragazze di campagna hanno l’ambizione, sotto la guida dell’ignorante maestro di musica Don Bucefalo, di diventare virtuose belcantiste, e anche un giovane, Don Marco, sogna di divenire cantante. Agata e Giannetta sono invidiose di Rosa, che sembra la prediletta di Don Bucefalo.

Le cose si fanno complicate quando ritorna inaspettatamente Carlino, marito geloso di Rosa e soldato spaccone. Carlino, temendo di essere tradito da Rosa, fa irruzione in incognito in casa di quest’ultima, dove si sta tenendo la prova generale di un’impegnativa opera in cui dovrebbero recitare gli allievi di Don Bucefalo. L’arrivo dei gendarmi, condotti da Giannetta, pone fine alla confusione e tra Carlino e Rosa ritorna l’armonia.

Struttura musicale

  • Sinfonia
Atto I
  • N. 1 – Introduzione Che bel gusto è in sul mattino (Rosa, Agata, Nunziella, Bucefalo, Giannetta)
  • N. 2 – Aria di Giannetta Un cor mi predice
  • N. 3 – Terzetto fra Rosa, Agata e Bucefalo Io dirò, se nel gestire
  • N. 4 – Arietta di Marco Regnanto tradito
  • N. 5 – Terzetto fra Carlino, Marco e Bucefalo Oh sospirate mura
  • N. 6 – Aria di Agata Più non sta col collo torto
  • N. 7 – Sestetto Apri la bocca, e fa’ come fo io (Bucefalo, Rosa, Carlino, Marco, Agata, Giannetta)
  • N. 8 – Aria di Marco Si è la moglie bona, e modesta
  • N. 9 – Aria di Carlino Dov’è la fé giurata
  • N. 10 – Aria di Bucefalo Tutti nemici, e rei
  • N. 11 – Finale I Chi m’ha tolto, poveretta (Rosa, Bucefalo, Marco, Carlino, Agata, Giannetta, Nunziella)
Atto II
  • N. 12 – Aria di Nunziella Cantate figliuola
  • N. 13 – Terzetto fra Giannetta, Agata e Rosa Morì la villanella
  • N. 14 – Duetto fra Carlino e Bucefalo A noi coraggio, alò, fuori la spada
  • N. 15 – Aria di Bucefalo Ttai, ttai, ttai, llarà, llarà (Bucefalo, Marco, Rosa, Agata, Giannetta, Nunziella, Carlino)
  • N. 16 – Aria di Rosa Ah non son io che parlo
  • N. 17 – Quintetto Ombra che tetra, e squallida (Carlino, Rosa, Agata, Marco, Bucefalo)
  • N. 18 – Finale II Ciel chi veggio… (Rosa, Agata, Marco, Carlino, Giannetta, Nunziella, Bucefalo)
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *