venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Presa Diretta” del 29 marzo alle 21.20 su Rai 3: “SARS-CoV-2 Anatomia di un complotto”

Anticipazioni per “Presa Diretta” del 29 marzo alle 21.20 su Rai 3: “SARS-CoV-2 Anatomia di un complotto”

presa diretta
Anticipazioni per “Presa Diretta” del 29 marzo alle 21.20 su Rai 3: “SARS-CoV-2 Anatomia di un complotto (none)
Per l’ultima puntata del ciclo invernale PresaDiretta torna a occuparsi della spy story legata alle origini del virus che in un anno ha già procurato milioni di morti e che tiene in scacco il mondo intero. Lunedì 29 marzo alle 21.20 su Rai3 si cercherà di capire da dove arrivi veramente il SARS-CoV-2. Si è da poco conclusa a Wuhan, in Cina, l’inchiesta del team scientifico internazionale nominato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sulle origini della pandemia. Ma alla fine dell’indagine svolta da scienziati di tutto il mondo, il direttore generale dell’Oms Tedros Ghebreyesus ha dichiarato che sull’origine del virus “le piste sono ancora tutte aperte”. Più di un anno di attesa e mesi di preparazione, ma le risposte sulla più grande catastrofe sanitaria del secolo ancora non ci sono. PresaDiretta è riuscita a intervistare uno dei membri del team internazionale, Dominic Dwyer, microbiologo dell’Università di Sidney e a ricostruire con testimonianze esclusive e documenti inediti cosa è successo durante i 27 giorni della missione in Cina dell’Oms. E poi un viaggio in giro per l’Europa per raccontare le altre epidemie diffuse tra gli animali, di cui si parla poco ma che sono sempre più aggressive e pericolose anche per l’uomo. Il virus dell’aviaria che colpisce gli uccelli selvatici e da loro si trasmette agli allevamenti industriali di pollame di mezza Europa. Sembrava scomparso da anni, invece è tornato. Poi l’influenza suina, che è stata la prima pandemia del XXI secolo, quella provocata dal virus H1N1. Era stata dichiarata finita, ma i virus influenzali dei maiali che avevano contagiato l’uomo ora stanno tornando nei maiali e si stanno ricombinando. E poi il caso dei visoni danesi, uccisi a milioni perché contagiati dall’uomo con il virus SARS-CoV-2. L’equilibrio tra uomo e natura si è spezzato. Gli allevamenti intensivi rischiano di diventare delle bombe a orologeria e moltiplicatori di nuovi virus.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *