sabato, Novembre 27, 2021
Home > Sport in Pillole > Una Samb tutto cuore cede al Matelica 3-1 e viene eliminata dai play off

Una Samb tutto cuore cede al Matelica 3-1 e viene eliminata dai play off

samb

Una Samb tutto cuore cede al Matelica 3-1 e viene eliminata dai play off

di Marco De Berardinis

Reti segnate nella ripresa da Calcagni, D’Angelo, Moretti su rigore e Alberti. Espulso nel finale De Goicoechea

Nonostante i gravi problemi societari, i rossoblu hanno disputato un’ottima gara ma soprattutto generosa, nonostante la sconfitta e il pesante punteggio che va al di là dei propri demeriti, dimostrando grande attaccamento alla maglia e grande professionalità.

Dopo un primo tempo bloccato in cui le due squadre non volevano scoprirsi e terminato sullo 0-0, nella ripresa la gara subito decollava dopo il goal realizzato da Calcagni al 48’ e dal quel momento era un susseguirsi di azioni da rete da una parte e dall’altra, con la Samb che è riuscita momentaneamente a pareggiare, ma costretti a vincere, offrivano il fianco ai contropiedi dei matelicesi che raddoppiavano su un rigore contestatissimo dai rossoblu e triplicavano a tempo scaduto.

Contro i matelicesi il tecnico Montero confermava per sette undicesimi la formazione uscita sconfitta dall’Euganeo di Padova, nello specifico, Fazzi prendeva il posto di Scrugli lungo l’out destro mentre De Goicoechea sostituiva Trillò in quello mancino, a centrocampo Rossi riprendeva il su posto in squadra con D’Angelo che si accomodava in panchina, in avanti Liporace tornava titolare al posto di Chacon, confermato il 4-4-2.

In casa biancorossa, il tecnico Colavitto rispetto alla gara vinta contro l’Imolese, rivoluzionava la squadra, superstiti di quell’incontro soltanto Vitali, De Santis, Calcagni, Balestrero, Volpicelli e Leonetti, confermato il 4-3-3.

PRIMO TEMPO

Partenza al piccolo trotto da parte delle due squadre, ma con la Samb più intraprendente costretta a vincere. Primo squillo dei rossoblu al 9’ con Botta, il suo piattone dal limite veniva parato senza problemi da Vitali. Tre minuti più tardi lo stesso Botta dal limite lasciava partire un tiro parato a terra da Vitali. Al 33’ un calcio di punizione del solito Botta dal limite sorvolava la traversa.

Al 37’ Botta serviva Lescano in profondità, ma l’attaccante argentino veniva anticipato dall’uscita di Vitali. Un minuto più tardi Rossi recuperava palla a centrocampo a scapito di Calcagni e serviva Lescano, questi per Botta, il tiro dal limite del fantasista rossoblu sibilava il palo di destra di Vitali. La prima frazione di gioco terminava praticamente qui, perché nessuna delle due squadre voleva scoprirsi rimandando tutto alla ripresa. Primo tempo dunque bloccato e squadre molto attente, solo un brivido per il portiere locale Vitali. Matelica 0 – Samb 0.

SECONDO TEMPO

Ad inizio di ripresa rossoblu subito aggressivi con una girata di Lescano in area con palla alta, dopo che un tiro di Botta era stato rimpallato da De Santis, ma era un fuoco di paglia perché i biancorossi alla prima azione offensiva passavano in vantaggio. Correva il minuto 49 quando una sponda di testa di Alberti serviva l’accorrente Calcagni, il tiro al volo dal limite del centrocampista biancorosso, non dava scampo a Nobile con la sfera che si infilava in rete con il portiere rossoblu vanamente proteso in tuffo; gran goal del numero 19 biancorosso. Matelica 1 – Samb 0.

Dopo il vantaggio biancorosso la gara saliva di tono, con i rossoblu che aumentavano il ritmo delle proprie azioni alla ricerca disperata del pareggio e il Matelica che agiva di rimessa. Al 55’ su angolo battuto da Botta, svettava in area Cristini, il suo colpo di testa sfiorava il palo di destra di Vitali. Un minuto più tardi slalom di Leonetti, in azione di contropiede, questi entrato in area, lasciava partire un diagonale che sfiorava la traversa.

I rossoblu rispondevano al 65’ con una girata velenosa di Bagio Terracino su cross di Fazzi la sfera seppur angolata, veniva parata a terra da Vitali. La gara che non aveva un attimo di respiro, rossoblu avanti tutta e Matelica che agiva di rimessa. Al minuto 69 i rossoblu pervenivano al pareggio. Botta al limite dell’area, serviva l’accorrente D’angelo, il tiro del centrocampista rossoblu, seppur sbilanciato, finiva sotto la traversa con Vitali vanamente proteso in tuffo. Matelica 1 – Samb 1.

La gara non aveva un attimo di tregua, dopo aver ottenuto il pareggio, i rossoblu attaccavano a pieno organico alla ricerca disperata del vantaggio che avrebbe permesso loro di qualificarsi, mentre il Matelica rispondeva agendo di rimessa con veloci e pericolosi contropiedi. Al 72’ il tiro di Bacio Terracino sfiorava la traversa. Al 75’ Leonetti nel cuore dell’area di rigore, su cross di Alberti costringeva al grande intervento Nobile che ricacciava la sfera letteralmente dalla linea di porta. Matelica vicino al raddoppio.

All’80’ veniva espulso De Goicoechea per fallo da ultimo uomo su Moretti fuggito in contropiede. All’87’ un tiro ravvicinato di Moretti in area, veniva toccato involontariamente con le mani da D’Angelo, per l’arbitro non c’erano dubbi, rigore per i biancorossi, vibranti erano le proteste dello stesso D’Angelo e di tutti i rivieraschi per l’involontarietà del fallo. Batteva lo stesso Moretti, palla da una parte e Nobile dall’altra. Matelica 2 – Samb 1.

Con i rossoblu sbilanciati in avanti, si aprivano delle proprie praterie per i biancorossi e in proprio in contropiede al 93’ i matelicesi calavano il tris; Moretti serviva Alberti in area, questi solo soletto non aveva difficoltà a battere Nobile per la terza volta. Matelica 3 – Samb 1.

Il triplice fischio dell’arbitro, decretava la fine delle ostilità, rossoblu eliminati e Matelica che accedeva al secondo turno dei play off.

Questo il tabellino della gara Matelica – Sambenedettese: 3 – 1

MATELICA (4-3-3): Vitali; Tofanari, De Santis ©, Magri, Di Renzo; Calcagni (77’ Fracassini, Bordo, Balestrero; Volpicelli (46’ Alberti), Moretti, Leonetti (77’ Peroni). A disp.: Cardinali, Barbarossa, Pizzutelli, Santamarianova, Barbaboglia, Franchi, Seminara, Maurizii, Mbaye. All. Gianluca Colavitto

SAMBENEDETTESE (4-4-2): Nobile; Fazzi, Cristini, D’Ambrosio ©, De Goicoechea; Rossi (64’ D’Angelo), De Ciancio (53’ Padovan), Angiulli, Liporace (53’ Bacio Terracino); Botta, Lescano (77’ Maxi Lopez). A disp.: Laborda, Fusco, Trillò, Di Pasquale, Chacon, Babic, Scrugli, Lombardo. All. Paolo Montero

ARBITRO: Daniele De Tommaso di Rimini. Giudici di linea: A. Maninetti/F. Rizzotto. Quarto Uff.: A. R. Arena

NOTE: Cielo poco nuvoloso, temperatura 22° C. circa, terreno di gioco in buone condizioni. Matelica in casacca biancorossa a strisce verticali e pantaloncini rossi, Samb in completo blu con innesti rossi. Gara a porte chiuse. Prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per commemorare la scomparsa di Mario Capriotti, responsabile medico della società rivierasca.

MARCATORI: 49’ Calcagni (M.), 69’ D’Angelo (S.), 88’ Moretti su r. (M.), 93’ Alberti (M)

AMMONITI: 30’ Magri (M.), 32’ Leonetti (M.), 44’ Tofanari (M.), 61’ Rossi (S.), 67’ Cristini (S.), 74’ Angiulli (S.), 89’ Botta (S.)

ESPULSI: 80’ De Goicoechea (S.)

ANGOLI: 2 – 1

RECUPERO: 0’ 1° T. – 4’ 2° T.