lunedì, Dicembre 6, 2021
Home > Italia > L’Italia riapre: coprifuoco posticipato alle 23 a stretto giro

L’Italia riapre: coprifuoco posticipato alle 23 a stretto giro

effetto draghi

L’Italia riapre: coprifuoco posticipato alle 23 a stretto giro

Questa sera verrà approvato il nuovo decreto riaperture, che andrà a sostituire il precedente. Tornano in Italia le zone bianche, abolite con gli ultimi provvedimenti. Ma ci saranno anche tante altre novità.

Presto il coprifuoco spostato alle 23, dal 7 giugno alle 24 e infine l’abolizione totale della misura a partire dal 21 giugno. E’ questa, da quanto si apprende da fonti di governo, la proposta che Mario Draghi avrebbe messo sul tavolo della cabina di regia. Il premier avrebbe precisato che il programma sarà attuato sempre se i dati sul Covid permetteranno l’ammorbidimento graduale della restrizione. 

Sei Regioni verso la zona bianca da giugno – Dal primo giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna dovrebbero entrare in zona bianca e, se il trend di contagi non cambierà, dal 7 giugno le seguiranno anche Abruzzo, Veneto e Liguria. E’ quanto viene stabilito nella road map esaminata dalla cabina di regia, a cui hanno partecipato anche il Cts e il premier Mario Draghi. Con il colore bianco le uniche precauzioni che valgono sono indossare le mascherine e tenere il distanziamento.

Ristorazione – Dal primo giugno i ristoranti e i bar potranno aprire a pranzo e a cena anche al chiuso. E’ l’orientamento emerso, a quanto si apprende da più fonti di governo, dalla cabina di regia sul Covid a Palazzo Chigi. Torna anche il caffè al banco del bar.

Centri commerciali – Gli esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, nel primo weekend successivo al decreto legge Covid. 

Palestre – Durante la riunione decisa anche la riapertura anticipata delle palestre. Non più il primo giugno, ma il 24 maggio.

La road map emersa nella cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi, a quanto si apprende da fonti di governo, è stata approvata all’unanimità. La scelta è puntare sulla gradualità delle misure, anche per capire quali sono le attività che più incidono sull’aumento dei contagi. E’ quanto avrebbe spiegato il premier Mario Draghi, nel corso della cabina di regia sul Covid, presentando la sua proposta sulle riaperture.

Soddisfazione per la proposta del premier Draghi, che disegna un percorso di gradualità sulle riaperture, basato sull’evidenza scientifica. E’ la posizione espressa dal ministro della Salute Roberto Speranza, a quanto si apprende da fonti presenti all’incontro, ai presidenti di Regione riuniti al termine della cabina di regia sul Covid a Palazzo Chigi.

l’Italia riapre?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net