venerdì, Dicembre 3, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Il corriere” giovedì 20 maggio 2021

Il film consigliato stasera in TV: “Il corriere” giovedì 20 maggio 2021

film il corriere

Il film consigliato stasera in TV: “Il corriere – The Mule” giovedì 20 maggio 2021 alle 21.20 su Canale 5

The Mule film 2018.jpg

Il corriere – The Mule (The Mule) è un film del 2018 diretto e interpretato da Clint Eastwood insieme a Bradley CooperAndy García ed Alison Eastwood

Il film è basato sulla storia vera di Leo Sharp, un veterano della seconda guerra mondiale che divenne un corriere per il cartello di Sinaloa, interpretato dallo stesso Eastwood, raccontata dal giornalista Sam Dolnick nell’articolo del The New York Times The Sinaloa Cartel’s 90-Year-Old Drug Mule.[1]

Il corriere – The Mule rappresenta il ritorno come attore di Clint Eastwood per la prima volta dopo Di nuovo in gioco del 2012, e la sua ultima esperienza nella doppia veste di regista e attore dopo Gran Torino nel 2008. Il film è uscito negli Stati Uniti d’America il 14 dicembre 2018, distribuito dalla Warner Bros.

2005Peoria. Earl Stone è un ottantenne reduce della seconda guerra mondiale che lavora come floricoltore. Ha la passione per la guida e possiede un pick-up, con il quale ha girato 41 stati federali su 50 per la vendita dei suoi fiori. Ha una ex moglie, Mary, con cui è stato per 10 anni, ma da cui poi ha divorziato a causa dell’eccessiva importanza che Earl dava al suo lavoro. Il giorno del matrimonio della figlia Iris, Earl non si presenta, poiché impegnato in una convention cittadina di presentazione e vendita floreale. Quando si ricorda del matrimonio, Earl non vuole presentarsi, per non fare brutta figura.

2017. Earl, ormai novantenne, vede la sua attività da floricoltore pignorata. Earl decide di andare al brunch prematrimoniale della nipote Ginny, in procinto di sposarsi con un ragazzo di nome Mike; quando arriva sul luogo del brunch, Iris se ne va, non volendo avere contatti con lui. Mary vede il pick-up e capisce che l’attività di Earl è stata chiusa, incolpandolo di essere venuto lì solo perché non sapeva dove andare. Earl se ne va, e un amico di Mike lo raggiunge, dandogli l’indirizzo di alcuni suoi amici, che sono in cerca di un corriere che trasporti la loro merce, proponendogli di candidarsi per tale impiego. Inizialmente Earl non vuole diventare un corriere, ma constata che, a causa della sua situazione economica in crisi, necessita di un lavoro; recupera perciò l’indirizzo, che si trova in Texas.

Earl si reca all’indirizzo, in un garage nascosto vicino ad un distributore di benzina, dove incontra gli amici di Richard, che hanno delle armi, sono diffidenti ed estremamente riservati. Non vogliono che Earl guardi la loro merce, bensì unicamente che la trasporti. Earl dovrà guidare l’auto fino alla città e mettersi in uno specifico parcheggio, in più dovrà tenere con sé un telefono (datogli appositamente dai suoi datori di lavoro) e lasciare il suo pick-up, con le chiavi dentro, in quel parcheggio per un’ora. L’acquirente delle merce gli manderà un messaggio su quel telefono ed entro l’ora ritirerà la merce e lascerà ad Earl il suo compenso nel vano portaoggetti dell’auto. Tornato nella loro sede in Texas, Earl dovrà buttare il telefono e farsene dare uno nuovo dai suoi superiori.

Intanto Colin Bates, agente della DEA e Trevino, il suo assistente e braccio destro, stanno iniziando un’operazione antidroga. Bates e Trevino ricattano il giovane Luis Rocha, che compra della droga da alcuni trafficanti del cartello di Sinaloa. Luis non verrà arrestato se aiuterà i due agenti a raccogliere prove per incriminare i trafficanti. Nel bel mezzo di una spedizione di cocaina da 12 milioni di dollari, Earl scopre che Mary è gravemente malata. Dopo che Ginny gli parla, rinvia la consegna della droga per fare pace con Mary e rimane al suo fianco fino a quando lei non muore pacificamente, alcuni giorni dopo. Dopo aver partecipato al suo funerale e essersi riconciliato con la sua famiglia, Earl riprende la consegna mentre la DEA e il cartello si avvicinano a lui.

Gli sgherri del cartello lo catturano e, dopo aver scoperto che era assente per assistere alla morte della moglie e ai funerali, chiamano il capo del cartello per chiedere clemenza. Il capo del cartello acconsente, caricando la responsabilità sui suoi accoliti se qualcos’altro dovesse andare storto. La scena successiva mostra Earl alla guida con una ferita alla testa e del sangue sul viso. Earl, quasi rassegnato, rallenta fino a fermarsi per permettere agli agenti della DEA di arrestarlo. In tribunale, Earl, non utilizzando la sua età come attenuante e afflitto dai sensi di colpa per i suoi crimini e per aver fallito nel prendersi cura della sua famiglia, si dichiara colpevole di tutte le accuse e viene mandato in prigione federale, con la sua famiglia che gli mostra il suo sostegno. In prigione, torna a dedicarsi all’orticoltura.

Regia di   Clint Eastwood

Con:  Clint EastwoodBradley CooperAndy García ed Alison Eastwood

Fonte: WIKIPEDIA