martedì, Settembre 21, 2021
Home > Marche > Monarchia o Repubblica: come votarono i marchigiani settantacinque anni fa

Monarchia o Repubblica: come votarono i marchigiani settantacinque anni fa

monarchia

Monarchia o Repubblica: come votarono i marchigiani settantacinque anni fa

Ancona – Settantacinque anni fa gli italiani scelsero la Repubblica come forma istituzionale che li avrebbe governati da allora in poi. Il referendum costitutivo del 2 giugno 1946 sancì la fine della Monarchia e l’inizio della Repubblica. A favore della forma attuale di governo si espresse oltre il 54% della popolazione contro poco più del 45% che voleva ancora i Savoia sul trono.

Ma vediamo come andarono le cose nella regione Marche e poi nelle province marchigiane? I dati in nostro possesso estratti della banca dati del Ministero dell’Interno ci permettono di tracciare il risultato del referendum per circoscrizione e per ogni provincia. Le quattro province delle Marche formavano un’unica circoscrizione elettorale

Senza storia il risultato generale: 70,12% per la Repubblica e 29,88% per la Monarchia. I votanti furono 759.011 e i voti validi risultarono il 91,65%.

Ora le province: in quella di Ascoli Piceno per la Repubblica il 56,36% mentre per il Re il 43,64% . Ovviamente era una provincia diversa nella composizione dei comuni. La provincia non era come quella attuale formata da soli 33 comuni, ma comprendeva anche il territorio ora sotto la giurisdizione di Fermo, che  sarebbe divenuta provincia autonoma solo nel 2009.

A favore della Repubblica naturalmente anche le altre tre province marchigiane, con risultati superiori al Piceno e Fermano. A Macerata fini 65,10% contro 34,90%. Ad Ancona per la Repubblica ben il 79,61%, solo il 20,39 per la Monarchia. Anche a Pesaro/Urbino risultati significativi per chi volle cambiare: 76,21% Repubblica e 23,79 % per la Monarchia.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net