giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Abruzzo > Il Censorino Teatino ritrova e riporta a casa una gattina smarrita a Fiumicino

Il Censorino Teatino ritrova e riporta a casa una gattina smarrita a Fiumicino

Il Censorino Teatino ritrova e riporta a casa una gattina smarrita all’aeroporto Fiumicino di Roma.

Il Censorino Teatino, mercoledì 16 giugno 2021 ha risposto all’appello disperato di una signora domiciliata a Manoppello di cittadinanza e nazionalità russa che aveva smarrito la sua gattina Lisa presso l’aeroporto internazionale di Fiumicino nella città metropolitana di Roma il 13 giugno scorso. 

La signora, alla ricerca disperata della sua micia, ha telefonato ovunque a Roma e dintorni, fra lungo e largo, muovendo mare e monti e alla fine, ha saputo che il felino è stato portato al canile – gattile sanitario municipale di Roma, Muratella. 
A tal proposito, ha lanciato un appello che è stato raccolto da Cristiano Vignali del Censorino Teatino che si è offerto di andare a Roma a recuperare l’animale smarrito.
Così la mattina di venerdì 18 giugno 2021, Cristiano Vignali, con un altro volontario del Censorino Teatino, è partito alla volta di Roma, raggiungendo la Magliana dove c’è la struttura della Muratella e qui, dopo le visite e gli adempimenti burocratici di rito, le “sportellate” fra il traffico del Gran Raccordo Anulare della città metropolitana di Roma, ha potuto riportare sano e salvo il gatto dalla sua padrona che era impossibilitata ad andare perché le leggi prevedono dieci giorni di quarantena per chi viene in Italia da un paese extraeuropeo. 
In merito, ha commentato Cristiano Vignali del Censorino Teatino: “appena ho avuto notizia della necessità della signora ci siamo mossi sondando il terreno e organizzando il tutto per andare a Roma con la documentazione necessaria per riportare con una speciale delega il gatto in Abruzzo. L’unico problema è stato il caldo e i lavori sul GRA che ci hanno rallentato. Ringraziano il Canile – Gattile Municipale Sanitario di Roma Muratella. Il gatto Lisa, a Roma non si è fatto toccare facilmente dai veterinari, ma appena tornato a casa dalla sua padrona, ha salito le scale a chiocciola e si è seduta sulla sua poltrona preferita dove ama farsi coccolare. Tutto bene quel che finisce bene”. 
“A breve col Censorino Teatino oltre alla solidarietà e alla difesa civica dei diritti del cittadino, ci occuperemo anche di tutela degli animali, un tema sempre più sentito dall’opinione pubblica” ha concluso Cristiano Vignali.