domenica, Dicembre 5, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, lavori in quattro scuole per la messa a norma e il miglioramento funzionale

Teramo, lavori in quattro scuole per la messa a norma e il miglioramento funzionale

teramo

Teramo, lavori in quattro scuole per la messa a norma e il miglioramento funzionale

TERAMO – Messa a norma antincendio e dei relativi impianti con il contestuale miglioramento delle strutture, per rendere le scuole più funzionali e accoglienti. Questi i principi che ispirano interventi in corso in tre scuole della città, così come voluto dall’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Cavallari.

I plessi interessati a Teramo sono Serroni a San Nicolò, Risorgimento e S. Berardo e stamane lo stesso Assessore Cavallari ha compiuto relativi sopralluoghi per verificare lo stato di andamento  dei lavori.

I lavori, consegnati lo scorso 21 giugno,  vanno avanti con speditezza, sia per la messa a norma degli impianti antincendio ed elettrici che per il miglioramento qualitativo e funzionale della scuola. Gli interventi in esecuzione sono stati concertati nei mesi invernali con le Dirigenti scolastiche alle quali si era chiesto di rappresentare le problematiche maggiori.

Una particolare attenzione è stata riservata alla creazione di refettori e della cucina, nel caso della Serroni, dove, con il supporto degli uffici tecnici del Comune, è  stato raggiunto il risultato progettuale in totale sintonia con l’istituzione scolastica.

L’assessore Cavallari dichiara: “Continueremo a vigilare e verificare affinché i lavori vengano ultimati prima della riapertura della scuola e siano effettuati nel miglior modo possibile. Questo è il nostro obbiettivo affinché il corpo studentesco possa fruire di spazi adeguati e a norma con miglioramenti qualitativi palpabili anche da parte delle famiglie”.

Discorso a parte va fatto per la scuola Fornaci/Cona, teatro di un ulteriore intervento, dove l’esigenza della creazione dell’aula per la refezione trova ragione nel fatto che i piccoli della scuola dell’infanzia, erano costretti a mangiare al’interno delle aule; la disponibilità della Provincia, ha consentito di individuare gli spazi idonei e necessari e così è stato possibile dare risposta all’esigenza e alle sollecitazioni dei genitori. Singolare l’episodio che ha causato un lieve ritardo, legato alla allocazione di uno strumento tecnico-professionale di considerevoli dimensioni e di particolare importanza documentale di proprietà della scuola Geometri,  alloggiato proprio nello spazio destinato a refettorio; l’individuazione delle modalità per provvedere alla sua custodia e ad un eventuale futura esposizione del cimelio, ha richiesto tempi e valutazioni adeguate ma finalmente concordate.

Lo stesso Vicesindaco Cavallari aggiunge: “Gli 80 bambini della scuola dell’infanzia, potranno dal prossimo anno scolastico consumare i pasti in uno spazio sicuro, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie e con la garanzia di maggiore qualità. Va considerato che tale scuola fa registrare una tendenza contraria alla generale regressione di iscrizioni, con un costante incremento, negli ultimi anni, del numero degli iscritti. Abbiamo così voluto anche inviare un segnale di attenzione per sottolineare questo stato dei fatti e sostenere un elemento sociale cui guardare con particolare considerazione”.

Tutti i lavori di tali scuole sono iniziati lo scorso 21 Giugno e saranno rigorosamente portati a termine  entro la  ripresa delle attività scolastiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net