giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Marche > San Benedetto, vie intitolate a donne: solo il 5,4% del totale. I numeri dei comuni vicini

San Benedetto, vie intitolate a donne: solo il 5,4% del totale. I numeri dei comuni vicini

san benedetto

San Benedetto del Tronto, vie intitolate a donne: solo il 5,4% del totale

San Benedetto del Tronto – Lo studio scientifico dei nomi dei luoghi, la toponomastica, può rivelare molto sulle tradizioni, costumi e abitudini di una località, di un paese o di una città.

Per mezzo del sito toponomasticafemminile.com abbiamo effettuato una ricerca sulle vie al “femminile” a San Benedetto e dintorni. Sono veramente poche le vie intitolate alle donne in paragone a quelle degli uomini, solo 35 su 640 ovvero il 5,4% del totale. In questo elenco va aggiunta la via delle Retare, giusto omaggio alle donne sambenedettesi che confezionavano le reti da pesca.

Abbiamo esteso la nostra ricerca toponomastica ad altre località vicine per avere un’idea sull’importanza delle donne nella società sia del passato che odierna. La situazione è anche peggiore. A Grottammare per esempio le vie con nomi femminili sono solo 6 su 229 (2,6%). Qui quelle con nomi maschili sono 113.

Cupramarittima le vie sono solo 2 su 125 (1,6%). Ad Acquaviva Picena il numero è di 8 su 100 (8%) come a Monteprandone dove sono 8 su 134 (5,9%) e Ripatransone 8 su 136 (5,8%).

Una via intitolata a un’unica donna c’è a Montefiore dell’Aso con 1 su 49 (2,2%) e Massignano con 1 su 29 (3,4%). Nemmeno una Monsampolo del Tronto.

Un po’dappertutto il rapporto numerico con gli “uomini” è d’inferiorità schiacciante. Quanto sia significativo il resoconto sui nomi delle strade può essere oggetto di discussione. Dalla toponomastica si può concludere che le donne non hanno un posto di rilevanza e tale obiettivo non sembra raggiungibile in pochissimo tempo.

Nella foto la poetessa sambenedettese BIce Piacentini. A lei è intitolata una piazza.

Roberto Guidotti

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net