sabato, Settembre 25, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > 2000 visitatori per Dante Ferretti. Ultimi giorni della mostra a Macerata

2000 visitatori per Dante Ferretti. Ultimi giorni della mostra a Macerata

2000 visitatori

2000 visitatori ad ammirare i bozzetti di Dante Ferretti. Ultimi giorni per la mostra a Macerata

L’affascinante immaginario dello scenografo e costumista Dante Ferretti ha incantato i 2000 visitatori della mostra Dante Ferretti, effimero per errore, allestita dallo scorso luglio a Palazzo Ricci di Macerata. L’esposizione è stata inaugurata alla presenza dello stesso Maestro, originario di Macerata, celebre a livello internazionale grazie alle numerose collaborazioni in importanti produzioni hollywoodiane e vincitore di vari riconoscimenti, tra cui tre premi Oscar per i film “The Aviator” e “Hugo Cabret”di Martin Scorsese e “Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street” di Tim Burton.

Fino a domenica 19 settembre è possibile ammirare da vicino i 10 bozzetti a pastello su alluminio, carta, cartoncino, cartone, compensato e tela – tra cui quelli dei tre film premiati agli Oscar – e un modellino di resina, appartenti alle collezioni della Fondazione Carima.

Piena soddisfazione da parte della presidente della Fondazione Carima Rosaria Del Balzo Ruiti per il successo della mostra, fortemente voluta per svelare al pubblico questo straordinario nucleo di opere: «Siamo davvero molto contenti per le presenze numerose alla mostra e per il grande apprezzamento manifestato dai visitatori, nonché dallo stesso maestro Dante Ferretti che ci ha onorati della sua partecipazione il giorno dell’inaugurazione. A ciò si aggiunge la soddisfazione di aver ripreso l’attività espositiva al museo Palazzo Ricci con un evento di tale levatura, che ha arricchito l’offerta culturale del territorio maceratese nel periodo estivo».

La mostra, a cura di Pierfrancesco Giannangeli e Benito Leonori con l’assistenza di Bianca Piacentini, è promossa dalla Fondazione Cassa di risparmio della provincia di Macerata (Carima), con il patrocinio della Regione Marche e del Comune di Macerata. L’organizzazione è affidata a Maggioli Cultura.

L’allestimento restituisce un emozionante viaggio tra il buio e la luce, per scoprire e rivivere come inizia il percorso di costruzione di quel film o spettacolo teatrale. Il visitatore si trova immerso nel processo della creazione artistica, nella stessa situazione che vive il regista quando lo scenografo gli sottopone l’ipotesi creativa, attraverso bozzetti e modellini. L’allestimento è stato realizzato nei laboratori scenografici della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, coordinati da Benito Leonori.

Ricorda lo stesso Dante Ferretti: «Nella mia formazione ha influito molto la mia incontenibile passione per il cinema, soprattutto quello americano, da “Quarto potere” alle grandi ricostruzioni storiche come “Ben Hur” e “La tunica”. È stato in compagnia di questi film che da ragazzo ho trascorso interi pomeriggi nelle sale cinematografiche di Macerata».

LE SCENOGRAFIE DI DANTE FERRETTI

Nei bozzetti della collezione della Fondazione Carima c’è l’Eden spoglio de I racconti di Canterbury”, attraverso le trecentesche novelle licenziose di Geoffrey Chaucher. E la creatura aerea che gravita come spettro femminile tentacolare e plurivalente ne La città delle donne di Federico Fellini. Nel bozzetto di Ritorno a Cold Mountain” si coglie immediatamente il segno e il senso nero fumante lasciato dalla Guerra di Secessione; della Carmen” di Bizet, che Ferretti allestisce e dirige in proprio per lo Sferisterio di Macerata, la scena teatrale è iscritta già su tela. Nei territori fisici shakespeariani si situano invece il Colosseo di Titus” di Julie Taymor e il modellino del castello di Elsinore dell’Amleto” di Franco Zeffirelli. In una gabbia dorata si rinchiude il magnate Howard Hughes interpretato da Leonardo Di Caprio in The Aviator” di Scorsese, mentre ne Le avventure del Barone di Muchausen” di Terry Gilliam un vecchio veliero è imprigionato nel ventre della balena.

I segreti e la storia di Georges Méliès sono plasmati in Hugo Cabret” con il viscerale tunnel cinematografico da cui sbuca agilmente il piccolo protagonista verso un fascio di luce spiovente, simile a quello della più inquietante e claustrofobica sala da barba di Sweeney Todd – Il diabolico barbiere di Fleet Street”di Tim Burton.E infine le atmosfere tibetane di Kundun” di Martin Scorsese, con il Palazzo Reale Norbvunka.

COORDINATE MOSTRA

Titolo: “Dante Ferretti, effimero per errore”

Sede: Palazzo Ricci, via Domenico Ricci, 1 – Macerata

Orari di apertura: da martedì a sabato 15.30-19.30; domenica e festivi 10-13 / 15.30-19.30; chiuso il lunedì.

Biglietto: visita libera gratuita

Per informazioni e visite guidate su prenotazione: Meridiana T +39 0733 202942 –meridiana.mc@gmail.com

www.palazzoricci.it

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net