domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > La sfida della ricostruzione, il Presidente Acquaroli in visita all’Ufficio sisma

La sfida della ricostruzione, il Presidente Acquaroli in visita all’Ufficio sisma

la sfida

La sfida nodale della ricostruzione post sisma passa attraverso il lavoro, silenzioso, discreto e costante, delle tante professionalità che operano all’interno dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione delle Marche.
Anche per questo motivo il presidente della Regione Francesco Acquaroli nei giorni scorsi ha voluto far visita agli uffici di via della Cardatura ad Ascoli, dove trova operatività la sede che si occupa delle province di Ascoli e Fermo.
Un incontro avvenuto a margine della ripartenza dei lavori sul tratto di Salaria tra Acquasanta ed Arquata, teso a ringraziare quanti ogni giorno operano per portare avanti la cruciale fase di ripartenza post sisma.
Con Acquaroli c’erano anche l’assessore alla ricostruzione Guido Castelli, l’assessore alle infrastrutture Francesco Baldelli, il direttore dell’Usr Marche Stefano Babini, il commissario straordinario del Governo Fulvio Maria Soccodato, i consiglieri regionali Andrea Assenti, Andrea Antonini e il commissario straordinario per la Salaria Fulvio Maria Soccodato.

«Voglio ringraziare pubblicamente tutti i dipendenti dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione perché rappresentano l’elemento essenziale di questo delicato processo – ha spiegato Acquaroli-. Riescono a tradurre un input che è di natura politico/amministrativa in azioni concrete che forniscono risposte ai cittadini ed alle amministrazioni».
Le sfide che si stagliano all’orizzonte sono tante e tutte impegnative, come hanno ricordato sia Babini che Castelli: l’Usr, infatti, recita una parte importante in una serie di situazioni nodali. Tra queste, per citarne una, il ruolo di soggetto attuatore per l’ordinanza speciale che darà vita alla ricostruzione del centro storico di Arquata, il borgo più devastato del terremoto del 2016.

«Sentiamo il peso di una sfida dove tutti ci guardano, perché la ricostruzione post sisma è un obiettivo che ha interessato diversi soggetti nella filiera istituzionale, tra cui la Comunità europea, il Governo nazionale, le Regioni – ha continuato Acquaroli-. Per questo diventa chiaro quanto sia importante la responsabilità che è sulle nostre spalle e sulle spalle di tutti i dipendenti dell’Usr. Contiamo su di loro, ricoprono un ruolo fondamentale. Siamo sicuri che riusciranno a essere l’elemento in più che consegnerà alla regione una concreta prospettiva di rilancio».
«Il terremoto produce disgrazie, lutti e impone percorsi dolorosi e complessi, ma per quanto riguarda la pubblica amministrazione genera anche, a livello collaterale, la possibilità di reclutare giovani e nuove professionalità – ha aggiunto l’assessore Castelli -. È il caso anche dell’Usr di Ascoli, in cui abbiamo avuto possibilità di rafforzare la pubblica amministrazione con tecnici giovani e preparati che stanno lavorando applicandosi a temi di grandissima difficoltà. Da questo punto di vista è volontà della Regione di procedere quanto più prontamente possibile alla stabilizzazione del personale che via via abbiamo reclutato. La legge consente di farlo ancora in maniera limitata a livello temporale, ma stiamo lavorando per prorogare e differire le scadenze cosicché la forza, la voglia e l’energia possano essere ulteriormente sostenute dalla prospettiva di avere un futuro nella pubblica amministrazione, che ha tanto bisogno di questi ragazzi».

«Inizia la vera sfida della ricostruzione – ha concluso Babini -. Fino a questo momento sono stati riparati e ricostruiti i fabbricati rimasti in piedi, adesso bisogna intervenire sui borghi distrutti, che costituiscono una caratteristica tipica del nostro territorio; dobbiamo farlo in modo da restituire un’identità a questi luoghi, e al tempo stesso trasmettere a chi li vive la sensazione di una vera ricostruzione definitivamente avviata».

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net