sabato, Ottobre 23, 2021
Home > Lazio > Roma, incendio nel quartiere della Magliana: soccorsa una persona

Roma, incendio nel quartiere della Magliana: soccorsa una persona

ROMA – Attimi di paura ieri sera nel quartiere della Magliana.

Stando alle informazioni apprese, erano circa le 23:30, quando per cause ancora in corso di accertamento, è divampato un incendio all’interno di un appartamento, situato al secondo piano di una palazzina in via Giovanni Battista Aleotti 19.

Segnalato il rogo, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno domato le fiamme e soccorso una persona, trasferita successivamente in ospedale per le cure del caso.

A causa dell’incendio, alcune stanze dei piani sovrastanti l’appartamento, sono state interdette.

Magliana è la zona urbanistica 15E del Municipio Roma XI di Roma Capitale. Si estende sulla zona Z. XL Magliana Vecchia.

Prende il nome dal corso d’acqua che vi scorre, la Magliana.

Con il nome di “Magliana”, la popolazione ha sempre identificato soprattutto l’area del quartiere Portuense, precisamente la zona urbanistica Pian due Torri, in quanto anch’essa attraversata dalla via della Magliana e molto più popolosa di questa zona.

Risale al XV secolo la destinazione del luogo a territorio di caccia, quando il cardinale Girolamo Riario nel 1480 fece edificare una costruzione in onore del duca di Sassonia per riposarvi dopo le fatiche della caccia. Innocenzo VIII, trovando il luogo gradito per l’amenità del terreno e la bellezza del paesaggio circostante, ristrutturò gli edifici esistenti e costruì una villa, conosciuta come Castello della Magliana.

I papi che si succedettero ampliarono il castello e lo abbellirono con un giardino e una cappella decorata con affreschi della scuola di Raffaello dedicata a S. Giovanni Battista, da cui il nome odierno del vicino ospedale dei Cavalieri di Malta. Intorno alla metà del ‘700 la villa papale, in rovina, venne abbandonata. Dal 1957 è di proprietà del Sovrano Militare Ordine di Malta, che ne ha curato il restauro.

Tutta la cronaca relativa alla omonima banda della Magliana e le diffamazioni che ne sono conseguite a causa del loro operato e di altri episodi cruenti come quello del Canaro (tosacani del quartiere), hanno sempre fatto riferimento alla Magliana, in quanto una parte degli esponenti della banda abitava nei nuovi palazzi costruiti, nei primi anni Settanta, nella vicina zona di Pian due Torri chiamata, nel gergo immobiliare, “Nuova Magliana”.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net