venerdì, Gennaio 21, 2022
Home > Mondo > Djokovic vince causa, ordinato rilascio: ma rischia espulsione dal Governo australiano

Djokovic vince causa, ordinato rilascio: ma rischia espulsione dal Governo australiano

Djokovic

Finale – per il momento – a sorpresa nella autentica telenovela che ha visto il tennista n° 1 al mondo Novak Djokovic fermato al suo atterraggio in Australia su mandato delle autorità governative che hanno annullato il visto precedentemente rilasciato per dubbi sulla esenzione dalla vaccinazione anti-Covid esibita dal tennista.

Djokovic è ristretto ormai da 5 giorni in un hotel vicino all’eroporto destinato alla permanenza degli immigrati irregolari in attesa di autorizzazione del loro visto di ingresso e sorvegliato dalla forze di polizia, avendo presentato un ricorso giudiziario contro il fermo di polizia e per veder riconosciuta la validità del proprio visto che gli consentirebbe l’ingresso in Australia e la partecipazione agli imminenti campionati internazionali di tennis gia vinti 9 volte dal campiuone serbo.

Ebbene stamane a sorpresa la Corte Federale dell’Australia ha annullato la decisione del Commonwealth di cancellare il visto di Novak Djokovic. Il serbo deve essere rilasciato entro 30 minuti, ha ordinato il giudice. Il Governo è stato anche condannato a pagare le spese legali. Al tennista serbo è stato restituito il passaporto e potrà partecipare agli Australian Open, al via lunedì 17. Ma il Governo può ancora ordinare la sua espulsione.

Novak Đoković, noto con la traslitterazione Djokovic e detto Nole (in cirillico serbo Новак Ђоковић pronuncia[?·info] [ˈnɔvaːk ˈʥɔːkɔviʨ]Belgrado22 maggio 1987), è un tennista serbo, numero 1 della classifica ATP.

In virtù dei record, dei titoli conseguiti e dello stile di gioco efficace su ogni superficie, è considerato uno dei più forti tennisti di tutti i tempi.[2][3][4][5][6][7][8][9][10]

Con 31 finali disputate e 20 trionfi nelle prove del Grande Slam è il tennista più vincente della storia degli Slam a pari merito con Rafael Nadal e Roger Federer, essendosi aggiudicato nove Australian Open (record assoluto), sei Wimbledon, tre US Open e due Roland Garros. Pur non avendo vinto il Grande Slam come Rod Laver è però l’unico tennista dell’era Open, insieme a Laver, ad aver vinto consecutivamente – anche se non nello stesso anno solare – tutte e quattro le prove dello Slam e l’unico a farlo su tre superfici differenti. Con il trionfo al Roland Garros 2021 è divenuto il primo tennista nell’era Open ad essersi aggiudicato almeno due volte tutti i Major e il terzo in assoluto dopo Roy Emerson e Rod Laver.

È il tennista che ha trascorso il maggior numero di settimane da numero 1 al mondo nella storia del tennis (355),[11][12] di cui ben 122 consecutive, nonché l’unico ad aver vinto almeno una volta in carriera i nove tornei Masters 1000 (nel suo caso due volte), risultato che, a partire dal 2009, l’ATP denomina Career Golden Masters. Nei suddetti tornei ha un record di 11 finali consecutive, da Parigi 2014 a Miami 2016 (con 9 vittorie).Firma di Novak Đoković

Ha trionfato in cinque occasioni (di cui quattro consecutive, record assoluto) al Masters di fine anno. Nel suo palmarès figurano, inoltre, la medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Pechino 2008, una Coppa Davis e una ATP Cup con la nazionale serba, 37 tornei Masters 1000 (record assoluto), 14 tornei ATP 500 e 10 tornei ATP 250. Con 62 successi è in testa alla classifica dei vincitori dei cosiddetti Big Titles, ovvero i tornei del Grande Slam, i Masters 1000, le ATP Finals e le Olimpiadi.[13][14]

Ha chiuso per 7 volte la stagione da numero 1 al mondo (2011, 2012, 2014, 2015, 2018, 2020 e 2021), anche questo record assoluto.

Con un montepremi di oltre 150 milioni di dollari, è l’atleta che ha ottenuto i maggiori guadagni nella storia del tennis.