mercoledì, Maggio 25, 2022
Home > Marche > Giovanni Santachiara, Federica Granai e la battaglia per le donne lavoratrici

Giovanni Santachiara, Federica Granai e la battaglia per le donne lavoratrici

Giovanni Santachiara

Giovanni Santachiara, Federica Granai e la battaglia per le donne lavoratrici

di Maurizio Verdenelli


Chi semina bene, raccoglie ottimi frutti. Dovessero passare pure trentanni. Come nel caso di Giovanni Santachiara. Maceratese, dirigente della Cisl fece ‘esplodere’ un bubbone che fino a quell’anno di grazia 1992 era rimasto sempre sottopelle nel sistema produttivo/industriale italiano e sopratutto nelle relazioni tra sindacati ed imprenditori. Santachiara segnalo’ pubblicamente la ‘consuetudine’ accettata finora nel silenzio tombale delle controparti di far sottoscrivere alle donne assunte negli opifici dell’entroterra maceratese (segnatamente nell’area settempedana) una lettera di dimissioni in bianco nell’eventualita’ che fossero rimaste incinte.

Una vicenda che dalla prima pagina del Messaggero-Marche rimbalzo’ sulla grande stampa europea con clamore.Una vicenda che ora a distanza esatta di tre decenni si riverbera in senso positivo in quella recente di Federica Granai (in foto), nata a Montelupo Fiorentino tre  anni dopo la ‘battaglia’ a favore delle donne lavoratrici che partita da Macerata scosse la coscienza comune.

Che dopo aver superato da prima della classe tre prove pratiche e due colloqui, aveva chiesto alla vigilia dell’ingresso in azienda, la Voipvoce, di poter parlare con l’Ad Simone Terreni. Al quale aveva rivelato piena di timore, d’essere incinta. “Gli ho fatto subito le mie congratulazioni. La nostra azienda non fa differenza tra dipendenti uomini e donne: quest’ultime rappresentano peraltro il 63% della forza lavoro”. Cosi Federica, al termine dell’iter formativo svolto con entusiasmo e bravura sotto la guida di figure professionali tutte al femminile, e’ stata regolarmente assunta. E il piccolo Diego nato nel frattempo, e’ diventato la mascotte dell’azienda.Commenta Giovanni Santachiara: “Avrà dato qualche frutto il mio lavoro insieme a Il Messaggero, edizione Marche, quando era letto e seguito, quando lo dirigevi Tu, caro Maurizio e Fulvio Fulvi, come adesso ad ‘Avvenire’, faceva un bel lavoro come giornalista investigativo e d’inchiesta”.

Santachiara ebbe un meritato, lungo momento di notorieta’. Sul Figaro’ divise equamente l’intera pagina Esteri con Silvio Berlusconi vincitore quell’anno delle elezioni politiche. Si rammarica un po’ Giovanni tuttalpiu’ per la mancata intervista sul Times. “Da Londra telefonarono a Macerata, alla Cisl. Chiesero di me: non ç’ero e non se ne fece nulla”.In quei giorni, il tam tam lanciato in esclusiva dal Messaggero raggiunse Enzo Biagi e il suo staff. Santachiara fu invitato a ‘Il fatto’. “Di quell’intervista conservo le cassette VHS, anzi le conservavo perche’ sono andate perdute durante il trasloco dalla mia casa lesionata nel centro storico di Macerata a seguito del terremoto del 2016”. Tuttavia il buon seme non si perde nel tempo sopratutto se si trova il….Terreni giusto: il manager toscano di buona volonta’. Che, in relazione al caso della ventisettenne Federica, conclude commentando: “Un bambino non deve essere mai un problema!”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net