domenica, Giugno 16, 2024
Home > Sport in Pillole > Storia della Serie A: tutte le curiosità da sapere

Storia della Serie A: tutte le curiosità da sapere

Storia della Serie A

Storia della Serie A: tutte le curiosità da sapere

Quando è stata istituita la Serie A? L’usanza di cucire lo scudetto sulle maglie è sempre esistita? Com’è nata la tradizione delle stelle in relazione al numero di vittorie? Sono tante le domande che possono affliggere i più grandi appassionati di calcio italiano. Ecco allora un excursus della storia del nostro campionato e alcune chicche che forse nemmeno i più grandi amanti del pallone conoscono…

La storia della Serie A all’inizio del XX secolo

I primi campionati della storia del calcio italiano venivano disputati tra pochissime squadre e in quel periodo fu il Genoa a imporsi più di tutti. Un particolare che ha viziato in maniera imperitura l’albo d’oro, visto che il “Grifone” vanta 9 trionfi, l’ultimo dei quali datato 1924, mentre la Pro Vercelli, oggi in Serie C e assente in A da 87 anni, ha vinto 7 volte fino al 1922. Dopo la prima edizione del 1898, quando il torneo prendeva il nome di “Campionato italiano di Football”, si è dovuto attendere fino al 1929 per la denominazione ufficiale di “Serie A”, che ha visto anche l’introduzione della formula a girone unico, a dispetto delle precedenti edizioni svoltesi con 2 gironi. Il club con più vittorie del titolo nazionale è come noto la Juventus, mentre l’Inter è la squadra più presente di sempre in A, non essendo mai retrocessa. Forse non tutti sanno che lo scudetto tricolore che soprattutto le strisciate esibiscono con fierezza sul petto è nato ancor prima della Serie A, ossia nella stagione 1924/1925. La prima squadra ad esibirlo fu quindi il Genoa. Solo dal 1961, invece, alla compagine vincitrice viene consegnato un vero e proprio trofeo, al di là dell’assegnazione del titolo: si tratta della Coppa Campioni d’Italia. Per lungo tempo le vittorie ottenute nelle singole partite valevano 2 punti in classifica, ma dal 1994 i criteri sono stati rivisti e si è passati da 2 a 3 punti. Solo dal 2004, invece, la prima divisione calcistica italiana coinvolge 20 squadre: troppe secondo molti addetti ai lavori, tanto che già nel 2006 le big auspicavano una nuova riduzione delle formazioni partecipanti al campionato. Una vecchia regola ideata nel 1958 da Umberto Agnelli voleva che si assegnasse una stella ai club per ogni 10 titoli nazionali conquistati e ad oggi sono solo 3 le squadre che sono riuscite a raggiungerne almeno una: la Juventus (l’unica con 3 stelle), l’Inter e il Milan. I bianconeri sono stati così i primi al mondo a mostrare sulla divisa da gioco un simbolo commemorativo dei propri successi sportivi. Nel 1998, invece, nacque il fenomeno collaterale delle scommesse sportive legali. Consultando i vari palinsesti delle piattaforme di intrattenimento moderne,  che mettono a disposizioni schede e recensioni, come una pagina che fornisce maggiori informazioni su Netbet, si può notare come i pronostici sul calcio possano essere considerati una costante dei portali digitali. Nel 1982 l’Italia del pallone era stata colpita proprio da uno scandalo relativo al calcioscommesse ed evento analogo si verificò nel 2006. Curiosamente, però, in entrambe le annate la Nazionale azzurra si laureò campione del mondo nel bel mezzo dello scandalo. Altre situazioni spinose che sovente interessano il calcio italiano riguardano i debiti dei grandi club denunciati in tv. Insomma, la polemica non ci manca, ma il calcio rimane lo sport nazionale e seguita ad ammaliare milioni di tifosi ogni anno.

Statistiche e curiosità sulla Serie A

Gli archivi della Serie A narrano come intuibile aneddoti fatti di record e statistiche curiose. Non potrebbe essere altrimenti dopo un secolo di partite su partite. Il gol più veloce della storia Serie A è stato realizzato proprio di recente e si è rivelato essere il più repentino anche tra i primi 5 campionati europei: la firma fu di Rafael Leão, dopo appena 6,76 secondi contro il Sassuolo, nella trasferta del Mapei datata 20 dicembre 2020. Un interrogativo ancora più banale può riguardare chi ha fatto più gol nella storia della Serie A. Sul podio ci sono Gunnar Nordahl (primatista assoluto di triplette) a quota 216 e l’ex capitano della Roma Francesco Totti con 250 reti all’attivo. Per capire chi è il miglior marcatore nella storia della Serie A bisogna tornare indietro nel tempo fino al 1930, quando iniziò l’ascesa di Silvio Piola che tra Pro Vercelli, Lazio, Torino, Juventus e Novara ha messo a segno 274 reti diventando per 5 volte capocannoniere. Lombardia, Piemonte e Lazio sono le uniche regioni che hanno sempre vantato almeno una rappresentante in Serie A, mentre al 2022 non si sono ancora viste squadre provenienti dalla Basilicata, dal Molise, dal Trentino e dalla Valle d’Aosta. L’esordiente più anziano nel campionato nostrano è stato fino ad oggi Maurizio Pugliesi, che ha debuttato in A a 39 anni e 140 giorni, vestendo la maglia dell’Empoli. Nemmeno lui, però, è riuscito a strappare a Marco Ballotta il record di calciatore più vecchio a scendere in campo: era l’11 maggio 2008 e l’ex portiere aveva 44 anni e 38 giorni quando difese i pali della Lazio al Ferraris, contro il Genoa. L’esordio del giocatore più giovane di tutti i tempi del calcio italiano si è registrato invece l’anno scorso: il 12 maggio 2021 Wisdom Awey del Bologna aveva solo 15 anni e 277 giorni. L’avversario? Sempre il Genoa, che a quanto pare ci tiene a lasciare il proprio nome tra i primati della storia della Serie A…

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net