martedì, Maggio 24, 2022
Home > Mondo > Ucraina, Putin annulla l’assalto all’acciaieria Azovstal

Ucraina, Putin annulla l’assalto all’acciaieria Azovstal

azovstal

Ucraina, Putin annulla l’assalto all’acciaieria Azovstal

UCRAINA – Il Ministro della difesa Sergej Kužugetovič Šojgu ha annunciato che i russi avrebbero il pieno controllo della città portuale di Mariupol e che l’acciaieria verrà presa in 3-4 giorni. Nel mentre Putin sembrerebbe aver annullato l’assalto all’acciaieria. Notizie contrastanti, come spesso accade, che si accavallano.

L’agenzia di stampa Tass ha infatti reso noto che Putin ha annullato l’operazione d’assalto all’acciaieria di Azovstal a Mariupol, motivando tale decisione con la necessità di salvare le vite delle truppe.

Stando a quanto riportato da Interfax, Putin avrebbe inoltre garantito ai soldati che si arrenderanno la vita risparmiata. Dicendo che serviranno altri 3-4 giorni per prendere l’acciaieria, di fatto Shoigu ha smentito il leader ceceno Kadyrov, che aveva previsto la caduta della fabbrica entro oggi pomeriggio.

Secondo quanto riportato dalle fonti russe, Putin avrebbe definito inopportuno l’assalto alla zona industriale dell’acciaieria di Azovstal a Mariupol: «Questo è il caso in cui dobbiamo pensare (cioè dobbiamo sempre pensarci, ma ancora di più in questo caso) a preservare la vita dei nostri soldati e ufficiali. Non c’è bisogno di arrampicarsi in questa catacomba e strisciare sottoterra lungo queste strutture industriali». Il presidente ha però chiesto di isolare l’area «in modo che non voli una mosca».

In ogni caso, per Putin, la presa della città è stata «un successo», secondo quanto riferisce la Tass.

Sempre la Tass scrive che l’operazione militare speciale della Russia terminerà quando le minacce legate alla presa dell’Ucraina da parte della NATO. Questo quanto sarebbe stato asserito dal capo del secondo dipartimento della CSI del ministero degli Esteri russo, Alexey Polishchuk.

“L’operazione militare speciale terminerà quando i suoi compiti saranno adempiuti. Tra questi ci sono la protezione della popolazione pacifica del Donbass, la smilitarizzazione e la denazificazione dell’Ucraina, nonché l’eliminazione delle minacce alla Russia provenienti dal territorio ucraino a causa della sua cattura da parte di Paesi della NATO”, ha detto il diplomatico.

L’operazione speciale sta andando come previsto, ha sottolineato Polishchuk.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato in un discorso televisivo del 24 febbraio che in risposta a una richiesta dei capi delle repubbliche del Donbass aveva deciso di effettuare un’operazione militare speciale. Il leader russo aveva allora sottolineato che Mosca non aveva intenzione di occupare i territori ucraini e che l’obiettivo era smilitarizzare e denazificare il Paese.

Dall’altra parte, il presidente ucraino Zelensky ha dichiarato qualche ora fa: “L’Unione Europea sta attualmente preparando un sesto pacchetto di sanzioni. Ne abbiamo discusso oggi con Charles Michel. Stiamo lavorando per renderlo veramente doloroso per la macchina militare russa e per lo stato russo nel suo complesso. Sottolineo in tutti i negoziati che le sanzioni servono non come fine a se stesse, ma come strumento pratico per motivare la Russia a cercare la pace”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net