giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Mondo > Ucraina-Russia, continua la guerra di propaganda

Ucraina-Russia, continua la guerra di propaganda

putin

Ucraina-Russia, continua la guerra di propaganda

Il presidente ucraino Zelensky ha affermato nelle ultime ore che Mosca starebbe tentando di tenere falsi referendum per l’indipendenza nelle regioni di Kherson e Zaporizhia, nel Sud del Paese. Kiev aveva già accusato la Russia all’inizio di marzo di cercare di organizzare a Kherson un “referendum” simile a quello di Crimea nel 2014. Kherson è la prima grande città ucraina conquistata dai russi. “Non ci sarà una Repubblica Popolare di Kherson. Con una nuova annessione, sanzioni più forti colpiranno Mosca”, ha detto Zelensky.

“Purtroppo la Russia – ha aggiunto – ha rifiutato la proposta di istituire una tregua pasquale. Questo dimostra molto bene come i capi di questo stato trattino effettivamente la fede cristiana. Ma manteniamo la nostra speranza. Speranza nella pace, speranza che la vita supererà la morte”.

E, riguardo alla questione sanzioni, ha puntualizzato: “Durante la storica sessione della Banca Mondiale, ho parlato dei cinque passi necessari ora. Il primo è il sostegno immediato all’Ucraina, affinché la leadership russa sappia che la guerra non permetterà loro di realizzare nessuno dei loro obiettivi aggressivi. Secondo, la Russia deve essere immediatamente esclusa da tutte le istituzioni finanziarie internazionali. Terzo, serve una tassa speciale per la guerra. La Russia, e dopo qualsiasi altro aggressore, deve pagare per violare la stabilità globale. Quarto, ogni paese del mondo deve prepararsi ora alla possibile completa rottura di qualsiasi rapporto con la Russia. E quinto, beni significativi dello stato russo e rappresentanti dell’élite russa sono già stati bloccati”.

Zelensky si dice molto fiducioso rispetto al prossimo ingresso dell’Ucraina nella Ue:

“Credo che il popolo portoghese ed i politici portoghesi sosterranno il nostro Stato nel suo desiderio fondamentale di essere con voi nell’Unione europea. Il libero deve sostenere il libero. Il perbene deve sostenere il perbene. I coscienziosi devono sostenere i coscienziosi. L’Ucraina è già in viaggio verso l’Unione Europea con procedura accelerata. Speriamo che nel prossimo futuro riusciremo ad ottenere lo status di candidato all’adesione all’Unione europea. E quando la decisione verrà considerata, vi chiedo di sostenere l’adesione a pieno titolo dell’Ucraina. Perché voi sulla sponda occidentale dell’Europa e noi sulla sponda orientale dell’Europa abbiamo gli stessi valori, la stessa visione di come dovrebbe essere la vita nel nostro continente”.

Dall’altra parte, la Russia accusa l’Ucraina di voler attuare una messa in scena per screditare i militari del Cremlino. Il colonnello generale Mikhail Mizintsev, capo del Centro di gestione della difesa nazionale della Russia, giovedì ha affermato, secondo quanto riferito dalla Tass, che il regime di Kiev starebbe preparando una messa in scena video nel villaggio di Voskresenskoye nella regione di Nikolayev per accusare le truppe russe di saccheggio.

“Secondo informazioni affidabili che sono diventate disponibili, il regime di Kiev ha preparato in anticipo un’altra sofisticata provocazione nell’insediamento di Voskresenskoye nella regione di Nikolayev al fine di screditare le forze armate russe davanti alla comunità mondiale”, ha affermato.

Mizintsev ha dichiarato che, sotto la direzione dei comandanti delle forze armate ucraine, specialisti dell’informazione e delle operazioni psicologiche hanno condotto una messa in scena relativa ad “atti di saccheggio” presumibilmente commessi da militari russi contro civili. Il filmato mostra militanti del 191° battaglione della 123a brigata di difesa territoriale vestiti con uniformi russe e che usano auto con il cartello “Z” che rapinano case e fanno foto e video delle loro azioni con i telefoni cellulari, ha detto.

“Stiamo avvertendo in anticipo il cosiddetto Occidente civile che questa prossima fake news da parte delle autorità di Kiev ‘sulle atrocità dei russi’ dovrebbe essere rilasciata nel prossimo futuro attraverso i media occidentali ‘imparziali e ‘indipendenti’ con la piena approvazione di Kiev”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net