lunedì, Maggio 23, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per le SS. Messe del 24 aprile su TV 2000: dalla Basilica di Sant’Andrea delle Fratte in Roma

Anticipazioni per le SS. Messe del 24 aprile su TV 2000: dalla Basilica di Sant’Andrea delle Fratte in Roma

messe

Anticipazioni per le SS. Messe del 24 aprile su TV 2000: dalla Basilica di Sant’Andrea delle Fratte in Roma

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 800px-Colonna_-_s_Andrea_delle_Fratte_Interno_O9250030.JPG

Domenica 24 aprile alle 7, 8:30 e 19 su TV 2000 andranno in onda le SS. Messe quotidiane dalla Basilica di Sant’Andrea delle Fratte in Roma.

Prosegue così l’impegno di TV 2000 nel seguire le celebrazioni officiate in questo periodo così difficile durante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus in atto ed alla normativa necessaria per salvare il sistema sanitario ed economico del Paese.

La trasmissione televisiva della prima Messa della giornata vuole avvicinare i sacramenti ai fedeli, consentendo a tutti di partecipare alla celebrazione, ed affiancandosi alle cerimonie liturgiche che dalla scorsa settimana finalmente sono riprese nelle parrocchie di tutta Italia pur con le misure di sicurezza tuttora necessarie.

La Basilica di Sant’Andrea delle Fratte è un luogo di culto cattolico del centro storico di Roma, situato nel rione Colonna.[1]

La chiesa venne elevata alla dignità di basilica minore da papa Pio XII il 25 aprile 1942; è anche parrocchia, affidata all’Ordine dei Minimi, e titolo cardinalizio. È anche chiamata Santuario della Madonna del Miracolo[2], perché al suo interno l’avvocato (e successivamente presbitero) francese di origine ebrea Alphonse Marie Ratisbonne, avrebbe avuto un’apparizione mariana il 20 gennaio 1842. Il fatto, riconosciuto dalla Chiesa cattolica, provocò la conversione al cattolicesimo del Ratisbonne.[3][4]

La chiesa, già esistente nell’XI secolo, venne ricostruita in forme barocche su progetto di Francesco Borromini, tra il 1653 e il 1658 (la facciata venne realizzata soltanto nel 1862). Il nome deriva dalla sua ubicazione, nei pressi di piazza di Spagna, un tempo alla periferia del centro abitato, dove erano situati alberi e cespugli.[1]