giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro di Eugene O’Neill in TV del 3 maggio alle 15.45 su Rai 5: “Fermenti” con Monica Vitti

Anticipazioni per il Grande Teatro di Eugene O’Neill in TV del 3 maggio alle 15.45 su Rai 5: “Fermenti” con Monica Vitti

fermenti

Anticipazioni per il Grande Teatro di Eugene O’Neill in TV del 3 maggio alle 15.45 su Rai 5: “Fermenti” con Monica Vitti

Grande Teatro in TV di Petito 11 marzo Rai 5: “Una mangiata impossibile"

Per il Grande Teatro in TV in onda oggi pomeriggio martedì 3 maggio su Rai 5 alle 15.45 la commedia in quattro atti del drammaturgo Premio Nobel statunitense Eugene O’Neill (1888-1953) “Fermenti” nella versione trasmessa dalla RAI nel maggio 1957 per la regia di Carlo Ludovico Bragaglia e l’interpretazione di Gianrico Tedeschi e Monica Vitti.

La vicenda si svolge ai primi del ‘900 in una cittadina della provincia americana e descrive l’evoluzione sentimentale di un giovane diciottenne, Riccardo, appassionato lettore di autori romantico-decadenti come Wilde e Swimburne. Avendo un animo sensibile e irrequieto, ama comporre versi e prose secondo quei modelli letterari, ma una missiva indirizzata all’amata Mildred viene intercettata dal padre di lei e fraintesa nel modo peggiore. La separazione, imposta dall’ottuso puritanesimo del genitore, porta Riccardo, deluso e ferito, verso una cattiva strada, ma la sua integrità d’animo lo salva in tempo dall’errore e la vita riavvicinerà felicemente i due giovani.

Fermenti (Ah, Wilderness!) è una commedia del drammaturgo americano Eugene O’Neill che ha debuttato a Broadway al Guild Theatre il 2 ottobre 1933. Si differenzia da una tipica commedia di O’Neill per il suo lieto fine per il personaggio centrale e la rappresentazione di una famiglia felice a sua volta del secolo America. È l’unica commedia famosa di O’Neill.

Lo spettacolo ebbe successo nella sua prima produzione a Broadway e nella produzione in tournée che seguì. Da allora è diventato un punto fermo del repertorio comunitario.

La vicenda si svolge il 4 luglio 1906 e si concentra sulla famiglia Miller, presumibilmente di New London, nel Connecticut . Le principali offerte trama con il figlio di mezzo, 16 anni, Richard, e il suo raggiungimento della maggiore età nel turn-of-the-secolo in America. “Forse la più atipica delle opere dell’autore, l’opera presenta un racconto sentimentale di indiscrezione giovanile in una città del New England di fine secolo “. 

Lo spettacolo è stato trasformato in un film del 1935 con lo stesso titolo e di nuovo nel 1948 come il musical Summer Holiday . Mickey Rooney ha interpretato Tommy nel primo e Richard nel secondo. Il successo del primo film ha portato la MGM a riunire gran parte del cast in un altro film basato su un gioco di formazione di una piccola città, A Family Affair , che è diventato la base per la serie di Andy Hardy .

Lo spettacolo fu anche adattato per la radio su The Campbell Playhouse prodotto e interpretato da Orson Welles il 17 settembre 1939. [5] Fu anche adattato per Theatre Guild On The Air il 7 ottobre 1945, The Ford Theatre il 2 novembre, 1947 e Studio One il 15 luglio 1948.

La storia è stata anche inserita nel musical di Broadway del 1959 Take Me Along con Jackie Gleason nei panni dell’ubriaco zio Sid (il ruolo di Beery nel film), Walter Pidgeon nei panni di Nat e Robert Morse nei panni di Richard. La produzione ha avuto 448 spettacoli. Gleason ha vinto il Tony Award 1960 come miglior attore in un musical . Un revival nel 1984 ha avuto successo per sei mesi in Connecticut e Washington, DC, ma si è chiuso a Broadway dopo solo un breve debutto e una settimana di anteprime.