sabato, Agosto 13, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “I miserabili” di Sandro Bolchi del 6 luglio alle 15.50 su Rai 5: 8° puntata – Gavroche

Anticipazioni per “I miserabili” di Sandro Bolchi del 6 luglio alle 15.50 su Rai 5: 8° puntata – Gavroche

miserabili 8

Anticipazioni per “I miserabili” di Sandro Bolchi del 6 luglio alle 15.50 su Rai 5: 8° puntata – Gavroche

I miserabili 1964.JPG

Un grande classico con Gastone Moschin e Tino Carraro

Lo sceneggiato “I miserabili”, diretto da Sandro Bolchi e tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo del 1862, è uno dei più imponenti adattamenti televisivi realizzati dalla Rai.

A partire dal 27 luglio Rai Cultura torna a proporlo ogni pomeriggio dal lunedì al venerdì alle 15.50 su Rai5. Girato nel 1963 nell’arco di 4 mesi presso la sede Rai di via Teulada, “I miserabili”, ambientato nella Francia tra il 1815 e il 1833, andò in onda in 10 puntate per una durata complessiva di circa 11 ore.

I due principali protagonisti della storia, Jean Valjean e l’ispettore Javert, erano rispettivamente interpretati da Gastone Moschin e da Tino Carraro. Con loro, anche Giulia Lazzarini e Roberto Bisacco La regia era firmata da Sandro Bolchi, che governò con rigore e puntualità una macchina produttiva estremamente complessa.

I miserabili è uno sceneggiato televisivo in 10 puntate, tratto dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, andato in onda sul Programma Nazionale della Rai nel 1964, diretto da Sandro Bolchi, con Gastone MoschinTino Carraro e Giulia Lazzarini come interpreti principali: « il più lungo romanzo sceneggiato mai realizzato dalla televisione. »[1]

8° puntata – Gavroche

A Parigi, nello scantinato di un caffè, un gruppo di rivoluzionari, tra cui Mario, tengono una riunione clandestina. Molti decidono di tornare in piazza. Mario, turbato, si allontana. L’uomo riesce a sapere il nuovo indirizzo di Cosetta e vi si precipita.

Nel frattempo, tornando dove abitavano i genitori, Gavroche apprende la notizia che i ragazzi sono stati arrestati. Affamato va a comprare del pane e nel locale trova due bambini più affamati di lui che chiedono cibo. mosso a compassione, sfama i ragazzi e li porta a dormire con sé.

I miserabili (Les Misérables) è un romanzo storico di Victor Hugo, pubblicato nel 1862 e considerato uno dei più eccelsi romanzi del XIX secolo europeo, fra i più popolari e letti dell’epoca. Suddiviso in 5 volumi, il libro è ambientato in un arco temporale che va dal 1815 al 1832, dalla Francia della Restaurazione post-napoleonica alla rivolta antimonarchica del giugno 1832. L’opera narra le vicende di numerosi personaggi: in particolare la vita dell’ex galeotto Jean Valjean e le sue lotte per la redenzione durante 20 anni di storia francese, con digressioni sulle vicende della Rivoluzione francese, sulle Guerre napoleoniche – in particolare la battaglia di Waterloo – fino alla Monarchia di luglio.

I suoi personaggi appartengono agli strati più bassi della società francese dell’Ottocento, i cosiddetti “miserabili” – persone cadute in miseria, ex forzati, prostitute, monelli di strada, studenti in povertà – la cui condizione non era mutata né con la Rivoluzione né con Napoleone, né con Luigi XVIII. È una storia di cadute e di risalite, di peccati e di redenzione. Hugo santifica una plebe perseguitata, ma intimamente innocente e generosa; la legge, che dovrebbe combattere il male, spesso lo incarna, come l’inesorabile personaggio di Javert. Il grande eroe è il popolo, rappresentato da Jean Valjean, fondamentalmente buono e ingiustamente condannato per un reato insignificante. Hugo riassunse così l’opera: «Il destino e in particolare la vita, il tempo e in particolare il secolo, l’uomo e in particolare il popolo, Dio e in particolare il mondo, ecco quello che ho cercato di mettere in quel libro». Nel racconto fluviale ci sono descrizioni e giudizi di grande rilevanza storica, permettendo di collocare i personaggi nel loro contesto storico-sociale: la battaglia di Waterloo, l’architettura della città di Parigi, la visione sul clero e i monasteri dell’epoca, le opinioni sulla società e i suoi mali, il quadro plumbeo della Francia della Restaurazione[1].

Foto interna: https://it.wikipedia.org/wiki/I_miserabili_(miniserie_televisiva_1964)

Foto esterna: https://www.raiplay.it/video/2017/02/I-miserabili—Javert-1109979c-6dc3-45c4-9d7d-79fe2f78391d.html