sabato, Ottobre 1, 2022
Home > Abruzzo > Della Cagna (Genti d’Abruzzo) sull’Arrosticciere in Piazza a Civitaquana

Della Cagna (Genti d’Abruzzo) sull’Arrosticciere in Piazza a Civitaquana

Emilio Della Cagna (Presidente Fondazione Genti d’Abruzzo) intervistato a Civitaquana durante l’Arrosticciere in Piazza)

(ASI) Civitaquana (Pe) – L’antica cottura degli arrosticini è stata immortalata per la prima volta in una foto, pubblicata sul libro “Gli Abruzzi dei Contadini 1923-1930” (Textus Edizioni), scattata davanti la chiesa della Madonna delle Grazie di Civitaquana (Pe), il 12 ottobre 1930, giorno di festa in paese, dagli autori del libro, gli antropologi svizzeri Gerhard Rholfs e Paul Scheuermeier. Una copia del libro “Gli Abruzzi dei Contadini” è conservato nel “Museo delle Genti d’Abruzzo” di Pescara.

 

<img src="https://www.la-notizia.net/wp-content/uploads/2019/10/ARROSTICIEREINPIAZZAFOTOORIGINALE-1.jpg" alt="

A memoria, l’immagine intitolata “L’Arrosticciere in Piazza” è la più antica foto della cottura del più famoso piatto abruzzese: l’Arrosticino. 

La fonte storica fotografica ritrae i nonni dei cugini Fabio Ginestrino e Loredana Ginestrino, intenti a cuocere gli arrosticini in piazza come si faceva una volta durante le locali feste paesane.  

I Ginestrino sono una storica famiglia di macellai, oggi gestori di un ristorante tipico a Civitaquana “Le Ginestre” e hanno deciso di commemorare lo storico evento della primitiva cottura degli arrosticini in piazza fatta dai loro nonni con un revival storico, un evento in costume e musiche folcloristiche: “L’Arrosticciere in Piazza”. L’evento quest’anno assume una particolare importanza sia perché è la prima edizione dopo la pandemia da Covid 19, sia perché nel 2022 ricorre il ventesimo anniversario dall’apertura de “Le Ginestre”

Civitaquana, sia perché coincide con la decisione della famiglia Ginestrino di contribuire alla ristampa del libro che testimonia le origini dell’arrosticino proprio in questo territorio dell’Abruzzo alle pendici del Gran Sasso orientale. 

A tal proposito, sabato 10 e domenica 11 settembre 2022 si è svolta a Civitaquana la IV Edizione de “L’Arrosticciere in Piazza”, rievocazione storico – antropologico – culinaria della antica cottura degli arrosticini fatti con carne di pecora tagliata a mano e infilzata su ceppi di olivo o di sanguinello, cotti su due fila di mattoni fra carboni ardenti.  

Sulle origini degli arrosticini e sull’importanza della fonte documentale presente nel libro conservato nel Museo delle Genti d”Abruzzo, abbiamo intervistato il Dott. Emilio Della Cagna, Presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo che gestisce l’omonimo Museo di Pescara: https://youtu.be/5WzzPs9Pw9k.