giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Marche > L’ALLARME DELL’UGL: PICENAMBIENTE, CARENZA DI ORGANICO E MEZZI

L’ALLARME DELL’UGL: PICENAMBIENTE, CARENZA DI ORGANICO E MEZZI

ASCOLI PICENO – L’Ugl lancia l’allarme sottolineando come i punti di criticità dalla Picenambiente mostri i nervi scoperti nel periodo estivo, in quanto la città raddoppia in presenze e gli eventi si moltiplicano.

Secondo il sindacato, l’impegno del servizio dovrebbe prevedere un piano di adeguamento di organico e di mezzi, capace di rispondere a queste esigenze emergenziali.

“La “MACCHINA” di Picenambiente  – scrive l’Ugl in una nota – presenta difficoltà nel gestire la normalità; nella fase estiva, quando c’è maggiore pulizia delle strade e delle aree a verde e più conferimento e raccolta di rifiuti, le carenze strutturali diventano criticità emergenti.

Il malessere tra i lavoratori è grande; carichi e ritmi di lavoro troppo serrati, richieste di flessibilità e allungamento di orario; e per di più lo sconcerto di un impegno lavorativo insopportabile che non centra gli obiettivi di pulizia della città perché manca una adeguata risposta in termini di mezzi a disposizione.

C’è tutta la condizione sindacale per una proclamazione dello stato di agitazione che chiami l’Amministratore Delegato a preparare da subito un piano che rimuova le primarie criticità, assolutamente inaccettabili.

La franchigia, prevista dal contratto sulla non effettuazione dello sciopero dal 15 luglio al 31 agosto e la responsabilità sindacale vogliono che un servizio così importante e delicato rimanga garantito nel pieno dell’estate”.

La UGL-Igiene Ambientale ha inviato una nota all’Amministratore Delegato esponendo la criticità del servizio e il malessere dei lavoratori.

“Abbiamo chiesto al dottor Collina  – si legge ancora nella nota – un intervento tampone per organico e mezzi e ci attendiamo sue decisioni in tal senso. Certamente le cose in Picenambiente devono cambiare e la UGL è determinata a procedere su questa strada di cambiamento”.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *