giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > L’Ugl: strada di Relluce, un inferno di buche ed avvallamenti

L’Ugl: strada di Relluce, un inferno di buche ed avvallamenti

 

ASCOLI PICENO – Secondo quanto riferito dalla direzione provinciale dell’Ugl la strada che dalla Salaria sale a Relluce dove c’è il Polo Impiantistico (impianti tmb-forsu) sarebbe in grave dissesto.

“Nella parte superiore del tratto di strada  – spiega il sindacato – che conduce a Relluce ci sono ampi avvallamenti e buche di grandi dimensioni. A richiesta di intervento il Comune di Ascoli Piceno, che ha la responsabilità della manutenzione della strada comunale, è intervenuta con provvedimento tampone quale quello di ricoprire gli avvallamenti e le buche con breccia di riporto; ma la prima pioggia ha portato via la breccia, ha svuotato le buche e gli avvallamenti hanno lasciato una aggravata condizione di dissesto.

La strada per Relluce non è strada secondaria. Su quel tratto di strada salgono e scendono giornalmente decine di camion; sono i mezzi di Picenambiente e di Ascoli Servizi Comunali che trasportano tutti i rifiuti della Provincia che vanno trattati su quell’impianto, prima di essere trasferiti in discarica. E poi ci sono i 15 lavoratori dell’impianto che prestano servizio a Relluce per sei giorni la settimana.

In quel tratto di strada mancano le normali condizioni di sicurezza; la viabilità è estremamente dissestata; uomini e mezzi sono esposti ad un pericolo giornaliero ed immanente.

Fortunatamente e per caso, fino a oggi, si sono evitati brutti incidenti; ma certamente se non ci sarà un intervento strutturale e immediato del Comune di Ascoli Piceno su quel tratto di strada per Relluce, accadrà qualcosa di irreparabile.

La UGL, insieme a una quindicina di lavoratori che percorrono giornalmente quella rischiosa strada, autisti di Picenambiente, di Ascoli Servizi Comunali e personale in servizio a Relluce, hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno.

Abbiamo evidenziato un pericolo continuo e immanente, chiedendo alla Procura di agire a termine di legge, nei confronti di chi ha la responsabilità di manutenzione di quel tratto di strada”.

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *