venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Marche > Picenambiente, assemblea a San Benedetto del Tronto

Picenambiente, assemblea a San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Città pulita, servizio efficiente, diritti dei lavoratori. Nell’assemblea di ieri mattina, tenuta in Picenambiente nell’unità di San Benedetto del Tronto, la UGL e la RSU hanno illustrato ai lavoratori le risposte dell’Amministratore Delegato alle richieste avanzate dalle OO.SS e dalla RSU, nell’incontro del 07-12.

I cittadini della riviera chiedono migliori servizi, i Sindaci promuovono sempre più eventi ma la risposta non può essere data scaricando il peso sui lavoratori.

“Chiediamo alla Picenambiente – scrive l’Ugl di Ascoli Piceno –  maggiore sinergia in tema di costi/servizi con le amministrazioni comunali ed un piano di investimenti, una integrazione di organico, ed il riconoscimento delle professionalità.

I lavoratori non si sottraggono al comune obiettivo di pulizia del territorio e della città, ma chiedono un sistema organizzativo adeguato.

Il confronto aperto con la Picenambiente è schietto, ma determinato. La raccolta del porta a porta è il volano principale del servizio; la Picenambiente consideri la sua specificità, riconosca le professionalità dei lavoratori e li doti di indumenti di protezione adeguati ad un servizio che viene svolto anche in difficili condizioni atmosferiche.

Per il settore spazzamento, nelle quattordici zone in cui è suddiviso, l’assemblea ha chiesto una azione più incisiva, con organico e spazzatrici per garantire una efficiente pulizia, biglietto da visita della città.

L’assemblea ha evidenziato situazioni di grave disagio dei lavoratori, come doppi turni di lavoro, comandi di servizio per dieci giorni di fila, pericolosi sovraccarichi di mezzi; chiedendo che vengano immediatamente rimossi.

La UGL e la RSU avvieranno, all’inizio del nuovo anno, un programma di sensibilizzazione delle problematiche espresse  chiedendo un incontro ai Sindaci, soci pubblici di maggioranza di Picenambiente. Avanzeremo proposte e chiederemo risposte. Siamo determinati a risolvere le calde questioni aperte in Picenambiente”.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *