domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Abruzzo > Alessandro Neri, tracce e nuovi elementi: presto la svolta?

Alessandro Neri, tracce e nuovi elementi: presto la svolta?

< img src="https://www.la-notizia.net/alessandro" alt="alessandro"

PESCARA – L’assassino di Alessandro Neri non ha ancora un volto. Ma gli inquirenti stanno lavorando senza sosta per arrivare ad identificare il responsabile o i responsabili del delitto. Sono infatti attualmente in corso ulteriori accertamenti ad opera dei Ris. Dopo il sequestro delle due auto (Suv Audi e Mercedes)  in uso ai familiari del giovane scomparso da Spoltore e trovato cadavere l’8 marzo e l’analisi dell’interno della sua Fiat 500, si sta procedendo alla comparazione delle impronte digitali. Il dato certo è che non sarebbero state rilevate tracce ematiche all’interno dell’auto del ragazzo. E non si trascura neanche la pista della Opel Meriva andata a fuoco il giorno prima rispetto al rinvenimento del cadavere di Alessandro Neri. L’auto sarebbe stata interessata da un incendio di probabile natura dolosa.

Tutte le piste rimangono al momento in piedi. Non si esclude nulla. E, ad oggi, nessuno è stato ancora iscritto nel registro degli indagati. L’attività investigativa si è progressivamente concentrata sul ramo della famiglia con cui Alessandro e la madre non avevano più rapporti. Di recente, però, sembra che il 29enne avesse ripreso i rapporti con il cugino Gaetano, ma non in modo positivo.

Gli investigatori starebbero analizzando la data del biglietto aereo con cui quest’ultimo sarebbe partito per l’America e che, stando alle ultime indiscrezioni, potrebbe essere successiva all’omicidio.

PRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net