mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Marche > San Benedetto, bestialmente picchiata per gelosia. “Tutto questo non deve più accadere”

San Benedetto, bestialmente picchiata per gelosia. “Tutto questo non deve più accadere”

< img src="https://www.la-notizia.net/gelosia" alt="gelosia"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha deciso, pur soffrendo, di rendere nota la vicenda. Lei si chiama Federica Luzio, ha 30 anni ed è di Pollenza. All’alba del 2 giugno è stata brutalmente picchiata a pugni e calci per gelosia da un uomo, con cui aveva una relazione da circa tre settimane.  All’aggressione è seguito il ricovero all’ospedale civile. La donna è titolare del ristorante “Pecora Nera”. L’aggressione è avvenuta al culmine di un violento litigio in prossimità della chiesa di San Filippo Neri. Ora sono state rese note dinamica dei fatti e cause. Responsabile dell’aggressione un 28enne di San Benedetto del Tronto e residente a Macerata. Avevano trascorso la serata in città insieme ad una coppia di amici. A scatenare la follia nella testa del ragazzo l’incontro casuale con l’ex di lei, che poco dopo le ha inviato un sms. Mentre si trovavano in auto sulla strada del ritorno verso Macerata, ha avuto inizio un furibondo litigio, dettato dalla gelosia. In prossimità della chiesa di San Filippo Neri il ragazzo ha arrestato l’auto e ha fatto scendere la donna. Poi l’ha bestialmente picchiata, fino a farla svenire. Federica ha denunciato la vicenda ai carabinieri e ha deciso di parlarne pubblicamente nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta ieri, per far sì che altre donne seguano il suo esempio, perché tutto questo “non accada mai più”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net