sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Marche > NEET nel Piceno: sono più di uno su quattro. Un po’ meglio in regione

NEET nel Piceno: sono più di uno su quattro. Un po’ meglio in regione

ASCOLI PICENO – In Italia sono il 24,3%, nelle Marche il 19,2%. Purtroppo nel Piceno la cifra tocca il 26,3 %. Stiamo parlando dei cosiddetti NEET (acronimo inglese di “ finot (engaged) in education, employment or training”) cioè i giovani che non studiano e non lavorano. Situazione questa fotografata nel 2016  che mostra chiaramente tutte le difficoltà economiche e lavorative della provincia di Ascoli negli ultimi anni. A fornire le cifre è l’Istat nel suo Rapporto Misure del benessere; benessere che nella provincia ancora molti non vedono e non toccano con mano. Restando alle Marche va molto meglio a Fermo e provincia dove questo tasso è del 16,6%. Ancora meglio fa la provincia di Ancona con solo. si fa per dire il 14,9%. In media con le percentuali del Centro Italia, Macerata e Pesaro/Urbino con il 20% di ragazzi che in questo momento non hanno nè un’ attività lavorativa nè scolastica. La performance peggiore è a Medio Campidano in Sardegna (46,2%) Cosenza (41,6%) e Palermo (41,5%). Il top come prevedibile al Centro/Nord: Bologna (11,1%) Venezia e Vicenza (12%). In questa graduatoria, a livello europeo ricordiamo,che l’Italia in generale è la maglia nera d’Europa.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net