lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Marche > Albanese torna a Pesaro per farsi arrestare: preferisce il carcere in Italia piuttosto che la fame nel suo Paese

Albanese torna a Pesaro per farsi arrestare: preferisce il carcere in Italia piuttosto che la fame nel suo Paese

carcere vasto

Pesaro – Preferisce stare in carcere in Italia piuttosto che essere libero nel suo Paese senza lavoro. Protagonista della vicenda un albanese di 45 anni, che ha lasciato la sua famiglia imbarcandosi per Ancona. La notizia è riportata oggi da Il Resto del Carlino. Giunto a Pesaro, in compagnia del proprio legale, si è recato in Questura, costituendosi e chiedendo di finire dietro le sbarre.  L’uomo era stato condannato 6 anni fa a 3 anni di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed era stato espulso in Albania, dove avrebbe dovuto scontare l’ultimo anno di pena e rimanere per 10 anni, con divieto di rientrare in Italia. Ora, secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, l’albanese avrebbe cercato di lavorare facendo il camionista come in Italia. ma dovunque andasse compariva quel decreto di espulsione e a quel punto finiva tutto. E diventava sempre più complicato sfamare la propria famiglia (moglie e tre bambini). Così il 45enne decide di rientrare in Italia per scontare l’ultimo anno di pena in carcere, dietro le sbarre, pur di riprendere a lavorare come camionista. E sembra che, una volta fuori, le prospettive siano già rosee, perchè ci sarebbe già un’azienda pronta ad offrirgli lavoro. La scorsa settimana è stato posto ai domiciliari a casa del fratello che vive a Fano, in attesa del trasferimento  in carcere per scontare la pena residua di 12 mesi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *