domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Recanati: “Governo da bocciare su tutta la linea, partendo dal lavoro”

Recanati: “Governo da bocciare su tutta la linea, partendo dal lavoro”

RECANATI – È stato un incontro molto partecipato, nonostante il periodo estivo, e che ha suscitato l’interesse e le considerazioni dei presenti. Giovedì sera presso il teatrino dell’Assunta all’Ircer, proprio mentre il deputato Mario Morgoni era impegnato alla Camera per il decreto dignità, la senatrice Teresa Bellanova ne illustrava le contraddizioni e le ripercussioni altamente negative nel mondo del lavoro. Un decreto che aumenta la precarietà perché fissa il tetto massimo a 24 mesi, e non più 36, per i contratti a termine ma soprattutto disincentiva le aziende a proseguire il rapporto con il lavoratore perché costrette a sostenere un costo aggiuntivo. “Di Maio in campagna elettorale aveva promesso la reintroduzione dell’Art 18, l’unica cosa che introdurranno sono i  voucher” ha tuonato la senatrice Dem. Il decreto dignità inoltre riduce l’indennità di disoccupazione di 4 mesi: da 16 a 12. “Il lavoro è al centro di ogni seria proposta politica” ha proseguito l’esponente Pd che ha criticato anche il reddito di cittadinanza “toglie fondi alla formazione per un finto assistenzialismo” e alla politica estera di Salvini “come può pensare di rimpatriare 500.000 immigrati ?”.  Ha ben coordinato il segretario cittadino Andrea Marinelli che ha posto l’accento sull’atmosfera di violenza e odio senza eguali che si respira, incentrata sulla denigrazione e il razzismo. “C’è un’azione mirata e appositamente voluta a colpire gli altri, così muore la vera essenza della cultura politica caratterizzata dall’analisi, dalla conoscenza e dalla critica” ha sottolineato Marinelli. Ad introdurre la serata il segretario provinciale PD Francesco Vitali.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net