giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Marche > Consulta per la disabilità di Grottammare, il presidente: “In un anno nulla è cambiato”

Consulta per la disabilità di Grottammare, il presidente: “In un anno nulla è cambiato”

< img src="https://www.la-notizia.net/contributo" alt="contributo"

Si è svolta il 4 Settembre 2018 la riunione della consulta per la disabilità di Grottammare. Si sono tirate le conclusioni di un anno di lavoro e si è constatato, a detta del presidente Giuseppe Greco,  che “dal giorno della costituzione della consulta, niente è cambiato a livello di miglioramento di servizi, nel comune di Grottammare, non è stato realizzato nemmeno il piano di abbattimento delle barriere architettoniche, nella parte che va dalla statale al mare in zona ascolani, promessa dallo scorso settembre.

Nessun servizio di miglioramento per l’accesso è fruibile, nessuna sistemazione di scivoli, per accedere agli chalet, in quanto molti non rispettano le norme vigenti, niente docce per disabili nessuna fornitura di sedie job, e nessuna assistenza specifica per persone con disabilità.

Le passerelle sono corte e strette non arrivano in prossimità dei bagnasciuga come invece capita per la prima fila di ombrelloni, le poche passerelle messe nelle spiagge libere sono corte e senza nessun criterio per la fruizione di persone disabili.

Si torna a ribadire il problema dell’accesso ai trasporti pubblici e alla mancanza di servizi sostitutivi a questi da parte del comune, che comunque l’utilizzo è limitato da orari e personale adibito, per i privati i costi sarebbero troppo elevati,

Si ribadisce il concetto che negozi, servizi e marciapiedi non sono accessibili, anzi alcuni sono delle trappole per persone che si muovono in generale, figuriamoci per chi deve muoversi in sedia a rotelle.

Si consiglia di studiare almeno un percorso completamente accessibile a persone con disabilita al fine di poter fruire di tutto il territorio in autonomia, questa situazione viene lamentata da tutti i partecipanti alla riunione.

Anche il paese alto è disagevole sotto questo punto di vista, perché ad oggi non c’è ancora un percorso preposto.

La consulta ribadisce che questi sono i punti essenziali per dare dignità e permettere una possibile vita indipendente a persone con disabilità”.

Si è inoltre discusso di come sarebbe importante cominciare a pensare anche a un progetto abitativo alternativo per il futuro dei disabili motori gravi e privi di nuclei familiari al fine di permettere la continuità della permanenza nel proprio territorio housing sociale.

(https://it.wikipedia.org/wiki/Housing_sociale)

“Visto il cambio della giunta  – conclude Greco – sarebbe importante chiedere un incontro per conoscere i nuovi membri relativi a alle problematiche sociali

Si ritiene opportuno che si tengano incontri e comunicazioni più strette con il sindaco e assessore sociale e autorizzare a cio tutti i membri del consiglio direttivo, visto le scarse possibilità di movimento personale e urbano dei componenti della consulta”.

I PRESENTI ALL’INCONTRO:

PAOLINI ANTONIA VICEPRESIDENTE

DI PALO CHIARA

CESARE BALESTRA

GIOCONDA POLIDORI

MATARRESE ADELAIDE RAPPRESENTANTE MOICA

FABRIZIO ROSATI

PAOLO CICCIOLI

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net