domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Marche > Castel S.Angelo sul Nera e la libertà di stampa

Castel S.Angelo sul Nera e la libertà di stampa

< img src="https://www.la-notizia.net/stampa" alt="stampa"

di Maurizio Verdenelli

Neppure la stampa quotidiana arriva al centro del cratere sismico. Al centro cioé della provincia maceratese, la più colpita dal terremoto 2016/17, ed idealmente al centro delle quattro regioni del Centritalia da cui prende il nome l’evento sismico più devastante del secolo. Il centro ideale del cratere e’ Castel Sant’Angelo sul Nera che ha avuto 984 abitazioni su poco più di mille distrutte. Le notizie sul cartaceo e cioè le testate tradizionali sul territorio non arrivano più a Castel Sant’Angelo. Tuttalpiù con qualche giorno di ritardo e grazie alla buona volontà di un dipendente comunale che dalla valle alla montagna reca qualche copia de ‘Il Resto del Carlino’ nel bar edicola di Guglielmo Brizi, fratelo di Pino campione d’ Italia (l’unico nato a Macerata) con la Fiorentina.
Dice il sindaco Mauro Falcucci: ” Ci sono chiaramente lamentele sopratutto ora che sono rientrati dalla costa molti abitanti sfollati _272 persone_ grazie alla realizzazione del villaggio sae. Si vuole leggere il giornale, conoscere le novità che anche li riguardano da parte dei miei concittadini cosi’ gravemente colpiti dalla calamita’. Invece niente perchè il distributore marchigiano vuole un surplus consistente _”al mese circa 700 euro” dice Brizi_ per trasportare a Castel Sant’Angelo, alle fonti del Nera, la stampa quotidiana’.
Falcucci ha fatto presente il problema al sen. Vito Crimi (M5S) sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria. “Sulle prime il senatore sembrava potesse risolvere il problema, ma poi più nulla ed è sceso il silenzio. Il sottosegretario non mi risponde neppure più”. Il sisma a Castel Sant’Angelo sul Nera e’ anche concretamente, con tanti altri guai, un problema di …liberta’ di stampa.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net