mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Abruzzo > Gli ingegneri di Pescara sul ripristino e l’adeguamento sismico delle strutture in cemento armato e muratura

Gli ingegneri di Pescara sul ripristino e l’adeguamento sismico delle strutture in cemento armato e muratura

Pescara – Grande partecipazione di ingegneri, la mattina di giovedì 20 settembre 2018, al seminario sul ripristino e l’ adeguamento sismico delle strutture in cemento armato e in muratura, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara, in collaborazione con BASF Construction Chemicals Italia Spa, presso la Sala Convegni Cassa Edile, a Pescara in Strada Prati n.29. Il seminario ha presentato le varie forme di alterazione e dissesto delle strutture in cemento armato, le tecniche di indagine per l’ individuazione delle cause, i materiali, i metodi di ripristino e manutenzione per progettare e realizzare un durevole intervento di impermeabilizzazione, manutenzione e pavimentazione. Al convegno è intervenuto fra gli altri, il noto Prof. Luigi Coppola della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bergamo che ha tenuto una lezione su “I calcestruzzi fibrorinforzati: proprietà, aspetti normativi, applicazioni. Pavimentazioniin calcestruzzo: dimensionamento della piastra soggetta a carichi mobili e fissi (puntuali e distribuiti) e all’azione sismica”. Sul seminario ha dichiarato il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara, l’Ing. Marco Pasqualini“Raramente ci sono riunioni di professionisti su una materia specifica con un numero così alto di partecipanti. Evidentemente, dopo il crollo del Ponte Morandi è tornata forte la necessità della manutenzione, del miglioramento, del rafforzamento e dell’adeguamento sismico delle strutture che hanno almeno 50 anni”. Soddisfazione sulla riuscita dell’evento, espressa anche dal Vice Presidente, l’Ing. Antonino Prosperi che ha commentato: “Questo seminario ha contribuito a veicolare e ad aprire le porte alla prossima ed imminente giornata sulla prevenzione sismica che si terrà su tutto il territorio nazionale, dove oltre alla specificità del ruolo tecnico della figura di ingegnere, i soggetti interessati quali liberi cittadini, amministratori e soggetti economici, possono avvalersi degli stessi esperti al fine di fornire un quadro obiettivo sullo “stato di salute” del proprio fabbricato sotto il profilo strutturale.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net