mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Abruzzo > Smeraldo Cinema e Cineforum Teramo: open day per insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado

Smeraldo Cinema e Cineforum Teramo: open day per insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado

Teramo – Il 27 settembre Smeraldo Cinema, alle ore 17, apre le porte agli insegnanti di tutti gli ordini scolastici per scoprire, insieme a Cineforum Teramo, la ricca offerta formativa dell’anno scolastico 2018/19, attraverso un ciclo di proiezioni e incontri dedicati alla scoperta del cinema in tutti i suoi aspetti.

Il progetto, intitolato “ABCinema”, prevede una serie di percorsi tematici e formativi appositamente studiati per le scuole primarie, medie e superiori. La sala cinematografica, luogo della visione collettiva, è infatti sede privilegiata in cui avviare e consolidare il processo di alfabetizzazione alla settima arte.  La visione dei film sarà costantemente supportata dagli esperti del Cineforum con schede e proposte didattiche e, in determinate occasioni, con l’organizzazione di incontri alla presenza di professionisti ed esperti del mondo del cinema italiano.

La storia del cinema, gli autori, le star del grande schermo, i temi d’attualità che intersecano il mondo della scuola, ma anche il cinema come momento di riflessione sul passato, una sorta di diario civile con cui ripercorrere le tappe e i momenti cruciali della nostra storia: l’anniversario della Liberazione, il Giorno della memoria o l’anniversario della fine della Grande Guerra… Questi alcuni dei temi trattati; il programma dettagliato delle proiezioni e degli incontri sarà svelato nel corso dell’open day di giovedì.

«Educare al cinema e alla visione come esperienza complessa –spiegano gli organizzatori–, che necessita della decodifica dei vari livelli di cui si compone il linguaggio audiovisivo: è questo il messaggio fondamentale che quest’anno proponiamo con una serie di percorsi diversificati attraverso l’intero anno scolastico. Un problema particolarmente attuale è quello della verifica delle informazioni, il tema delle cosiddette “fake news”, che implica capacità di analisi critica e di controllo delle fonti, sia per le notizie scritte che audiovisive. Anche per questo è necessario che i ragazzi siano introdotti agli strumenti di decodifica di come vengono costruite le immagini e alle grandi manipolazioni a cui queste possono essere sottoposte, stravolgendo significati e contesti».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net