giovedì, Aprile 15, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Fermo, conto alla rovescia per la nuova edizione di Fermhamente, Festival della Scienza

Fermo, conto alla rovescia per la nuova edizione di Fermhamente, Festival della Scienza

< img src="https://www.la-notizia.net/bullismo" alt="bullismo"

Torna a Fermo Fermhamente, il Festival della Scienza che tanto successo ha riscosso nel 2017. La seconda edizione dal 26 al 28 ottobre, promossa dall’Amministrazione Comunale di Fermo – Assessorato alla Cultura, sotto la direzione scientifica di Andrea Capozucca, avrà come focus e tema “La scienza addosso”.

“Visto il positivo e partecipato riscontro dello scorso anno, abbiamo ritenuto che un evento come Fermhamente possa diventare un punto di riferimento cultura e scientifico per il territorio e non solo imprimendo al Festival una spinta maggiore, di crescita con tanti appuntamenti e nomi di spicco del mondo scientifico – ha detto il vice sindaco e Assessore alla cultura di Fermo Francesco Trasatti –  il Festival ha assunto una sua strutturazione, che vede insieme all’organizzazione un Comitato Scientifico, composto da esperti e personalità autorevoli del mondo accademico e scientifico oltre al coinvolgimento di atenei delle Marche e delle nostre scuole cittadine. Un Festival che per una città come Fermo, città di studi e da quest’anno membro della rete Unesco delle città educative, è  naturale fare cultura e, in questo caso, trattare di scienza”.

“Quest’anno partiamo da noi – spiega Capozucca-: dai nostri sensi, dalla nostra mente, dal nostro corpo, da quello che indossiamo, da quello che abbiamo nel nostro portafoglio o nel nostro smartphone, dalle nostre interazioni quotidiane con il mondo. Ci sorprenderemmo nel capire quanta scienza abbiamo addosso”

Parole quelle del direttore, che si coniugano perfettamente con l’intenzione dell’amministrazione Comunale, dopo il riconoscimento di Fermo “Città UNESCO dell’Apprendimento”, inserita nel network internazionale delle Learning Cities, di incentivare la formazione continua dei cittadini e garantirne la costante crescita.

Il programma del Festival, che verrà presentato nei dettagli nei prossimi giorni, prevede oltre 60 eventi tra conferenze, laboratori, spettacoli, mostre interattive, caffè scientifici ed eventi speciali dedicati alle scuole e al pubblico, tutti completamente gratuiti: un programma con proposte significative e di alto livello che mette insieme importanti realtà presenti sul territorio con prestigiose realtà nazionali.

I laboratori sono pensati e realizzati per essere frequentati da intere classi o da gruppi misti con un massimo di posti disponibili secondo le fasce di età e gli orari specificati all’interno di ogni attività. La maggior parte di esse è ciclica (cioè ripetuta più volte nell’arco della stessa giornata), le restanti sono eventi unici (quasi tutte le conferenze).

Per gli insegnanti tutte le attività di venerdì 26 (mattina e pomeriggio) e sabato 27 ottobre (solo mattina) sono dedicate alle scuole. Per prenotare le singole attività il numero di riferimento è 340-28.79.29.2

Tutte le attività di sabato 27 (pomeriggio) e domenica 28 ottobre (mattina e pomeriggio) sono liberamente aperte al pubblico. Per motivi di spazio e/o di fruibilità, alcuni eventi sono accessibili solo su prenotazione (340-28.79.29.2) Tutte le attività sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti, tranne dove diversamente specificato .

Ricordiamo in ultimo che nonostante le attività di venerdì 26 e sabato 27 ottobre mattina siano dedicate alle scuole, chiunque fosse interessato può partecipare attenendosi a queste modalità: chi volesse accedere a una conferenza (o altro) dovrà prenotarsi o presentarsi almeno 10 minuti prima dell’orario di inizio previsto nel giorno in cui si svolgerà l’evento e potrà partecipare solo nel caso ci siano ancora posti disponibili fino a esaurimento. I membri dello staff Fermhamente, presenti ad ogni evento, comunicheranno in loco il numero di posti disponibili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *