mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home > Abruzzo > Ripristinata la vasca di San Giacomo di Valle Castellana: serve per abbeverare oltre 5mila pecore

Ripristinata la vasca di San Giacomo di Valle Castellana: serve per abbeverare oltre 5mila pecore

< img src="https://www.la-notizia.net/castellana" alt="castellana"

Sono terminati in questi giorni i lavori di ripristino della vasca di San Giacomo di Valle Castellana. La struttura, che è stata gravemente danneggiata nel corso degli ultimi eventi sismici, riveste da sempre un importante ruolo per la pastorizia nell’area dei Monti della Laga e, in particolare, per i pastori di San Vito. Difatti, negli ultimi due anni, il Comune di Valle Castellana ha provveduto, mediante autobotti, a rifornire di acqua le oltre 5 mila pecore che pascolano nella zona sostenendo così un comparto fondamentale che rischiava di dover abbandonare queste zone a causa dei danni alla vasca stessa.

I lavori hanno avuto inizio nell’autunno del 2017 e oltre alla vasca, in grado di contenere oltre 2 milioni di litri, che è tornata pienamente fruibile, è stato rimesso a nuovo anche l’abbeveratorio lungo 36 metri che, da oltre una ventina d’anni, non aveva ricevuto la giusta manutenzione.

Vogliamo ringraziare l’Assessore regionale Dino Pepe che, come sempre, si è dimostrato sensibile e disponibile verso le esigenze del nostro territorio e vicino ai problemi del mondo della pastorizia ed il nostro Assessore all’Agricoltura, alla Pastorizia, alla Foresta e gli Usi Civici, Battista Caterini, che ha seguito in prima persona queste operazioni lavorando a stretto contatto con gli allevatori per limitare, al minimo, i disagi” dichiara il Sindaco di Valle Castellana, Camillo D’Angelo, a nome dell’Amministrazione.

In campagna elettorale avevamo preso l’impegno con i pastori di realizzare questo intervento e, dopo un anno e mezzo, siamo riusciti a mantenere la parola – sottolineano il primo cittadino, Camillo D’Angelo, e l’Assessore, Battista Caterini – l’auspicio di tutti è che, anche grazie al ripristino della vasca e alla manutenzione dell’abbeveratoio, possano migliorare le condizioni di lavoro dei 4-5 allevatori che operano nell’area e che rappresentano una fetta importante dell’economia del nostro territorio e che altri pastori possano ora scegliere la piana di San Giacomo di Valle Castellana per pascolare le loro greggi”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *