mercoledì, Settembre 22, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, sopralluogo al cantiere di Villa Pavone

Teramo, sopralluogo al cantiere di Villa Pavone

team

Ieri mattina il sindaco Gianguido D’Alberto e l’assessore al governo del territorio Stefania Di Padova, hanno effettuato un sopralluogo al cantiere del sottopasso di Villa Pavone. La finalità è stata di verificare lo stato dei lavori e contestualmente di avere risposte sui tempi di conclusione degli stessi. Infatti, sul cantiere erano presenti il titolare dell’impresa che sta realizzando l’opera e i responsabili dipartimentali di RFI.

Dal sopralluogo è emerso che i ritardi finora registrati sono stati causati principalmente dalla necessità di rimodulare completamente i sottoservizi, attività che ha richiesto un impegno superiore a quanto preventivato in fase progettuale e che appunto ha determinato un slittamento dei tempi di effettuazione dei lavori.

Il sindaco ha comunque preso atto della complessità dell’intervento ed ha pertanto chiesto all’impresa e alla stessa RFI di rimettere un puntuale cronoprogramma con l’indicazione dei tempi certi, verificabili e definitivi,, soprattutto in relazione alla conclusione dell’intervento, che il Sindaco e l’assessore esigono perentoriamente di non procrastinare oltre la prossima primavera.

Lo stesso sindaco, così come aveva già fatto in Consiglio comunale rispondendo ad una interrogazione del consigliere Luca Corona, si è quindi riservato di chiedere un ristoro nel caso di ritardo nella riconsegna dell’opera, soprattutto in considerazione dei disagi che i residenti hanno subito dall’inizio della realizzazione della stessa.

I lavori saranno comunque costantemente seguiti dal Comune che, seppure non ha diretta parte in questa fase dell’intervento che è totalmente demandata a RFI e all’impresa costruttrice, ha il dovere e il diritto di verificare l’avanzamento delle attività.

Per il Sindaco e l’assessore: “E’ da apprezzare la disponibilità manifestata sia da RFI che dall’impresa, le quali hanno dimostrato di aver compreso le nostre istanze e hanno palesato condivisione delle richieste avanzate. Continueremo a vigilare affinché l’opera venga realizzata a regola d’arte, sebbene in tal senso garanzie dirette e indirette siano giunte da RFI e dall’impresa. Siamo anche consapevoli dei disagi dei residenti ma siamo anche certi che l’intervento, una volta concluso, porterà un vantaggio importante innanzitutto ad essi e l’opera avrà ripercussioni positive per il flusso veicolare dell’intera città”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net