domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Abruzzo > Gran Sasso teramano, impianti sciistici: dopo gare andate deserte la proposta di un privato

Gran Sasso teramano, impianti sciistici: dopo gare andate deserte la proposta di un privato

Teramo – L’Assemblea dei soci della società “Gran Sasso Teramano” giudica “considerabile” una proposta di gestione degli impianti di Prati di Tivo giunta da un privato.

Questo pomeriggio, l’assemblea,  riunita in sessione plenaria e alla presenza dell’assessore regionale Dino Pepe, ha conferito al liquidatore il mandato di verificare termini e condizioni e, in caso positivo, di procedere alla sottoscrizione del contratto.

Il presidente della Provincia, intanto, ha annunciato la variazione di bilancio di 100 mila euro a favore della Gran Sasso Teramano: “una anticipazione, prevista dalla legge, nel caso ve ne fosse bisogno” ha spiegato Di Bonaventura nel corso dell’incontro che ha visto la partecipazione dei dirigenti dell’ente.

Intanto sono arrivati i sistemi antivalanghe Obelx e si potrà procedere alla loro installazione a cura della ditta MND ITALIA srl.

“Se la proposta sarà considerata tecnicamente e giuridicamente fattibile saremo in grado di riaprire subito la cabinovia e il tapis roulant – commenta a margine dell’Assemblea il Presidente – un segnale forte di speranza a favore di un intero comprensorio non solo dei comuni di Pietracamela e Fano Adriano. Se firmeremo, continuiamo a usare il condizionale, sarà un risultato davvero considerevole che sarà stato raggiunto anche grazie all’impegno costante della Regione Abruzzo e del liquidatore Gabriele Di Natale. Un tessitura che ha visto partecipi i soci in ogni passaggio. Se assicuriamo la stagione invernale appprirò subito due tavoli, uno con la società e l’altro con i rappresentanti delle comunità locali e consulenti esperti per un piano a medio lungo termine. Questo è il momento della speranza”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *