martedì, Gennaio 26, 2021
Home > Lazio > Servizi di pulizia, ANIP-Confindustria: “Basta internalizzazioni a discapito delle imprese”

Servizi di pulizia, ANIP-Confindustria: “Basta internalizzazioni a discapito delle imprese”

< img src="https://www.la-notizia.net/anip" alt="anip"

ANIP-Confindustria, l’associazione che raccoglie le maggiori imprese italiane nel comparto del Cleaning e di Servizi integrati, interviene in merito all’ennesimo caso di internalizzazione di personale addetto alle pulizie presso la società partecipata della Regione Puglia Sanitaservice e alla recente sentenza del Consiglio di Stato che precisa che i servizi di Pulizia e sanificazione delle strutture è all’evidenza un servizio strumentale, reso nei confronti della Asl, e non un servizio di interesse economico generale rivolto agli utenti, motivo per cui deve essere soggetto alle logiche del libero mercato.

«Non entriamo nel merito della procedura che ha consentito in questi giorno la stabilizzazione di 97 lavoratori che, in passato, lavoravano presso le ex Cliniche Riunite di Bari – scrive l’associazione – ma pensiamo che i processi di internalizzazione in atto, comprendendo anche quello paventato dal Governo per i servizi di pulizia nelle scuole con l’ipotesi di migliaia di assunzioni, stia gettando le basi per una forte criticità e confusione nel settore, sottraendo lavoratori e mercato alle imprese che vengono sempre più demonizzate dopo aver svolto su richiesta, per anni, il ruolo di vero e proprio ammortizzatore sociale per il Paese. Ci auguriamo, per il futuro, maggiore concertazione ed un dialogo costruttivo con le istituzioni e con tutti quegli enti che, dovrebbero mettere in campo politiche di crescita e occupazione “reali” e non frutto della demagogia e della improvvisazione, che non aiutano a sviluppare un vero e proprio dialogo competitivo e che stanno riportando l’Italia ad un passato che, certamente, non ci piace».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *