domenica, Maggio 9, 2021
Home > Marche > Strage di Corinaldo, sale a dieci il numero degli indagati. Sfera Ebbasta: “Quello che è successo mi ha stravolto”

Strage di Corinaldo, sale a dieci il numero degli indagati. Sfera Ebbasta: “Quello che è successo mi ha stravolto”

< img src="https://www.la-notizia.net/strage-di" alt="strage di"

Strage di Corinaldo, sale a dieci il numero degli indagati. Ci sono infatti altre due persone nel mirino dell’inchiesta della Procura di Ancona per la calca della discoteca Lanterna Azzurra in cui morirono sei persone: si tratta di uno dei dj del locale, figlio di uno dei soci della Magic srl che gestisce la discoteca (anche lui indagato), e dell’addetto alla sicurezza, di Rimini. L’accusa ipotizzata è concorso in omicidio colposo aggravato, come per gli altri 7 indagati adulti: tre gestori e i 4 proprietari dell’immobile. E’ indagato anche un minorenne sospettato di avere usato spray al peperoncino. Dei due nuovi indagati si è appreso in sede di conferimento dell’incarico a due periti: l’ing. Costanzo Di Perna, docente di fisica tecnica ambientale di Univpm, e il ten.col. Marcello Mangione, un ingegnere civile del comando generale dell’Arma dei carabinieri. Saranno supportati dal Racis e dovranno tra l’altro verificare la presenza del principio attivo del peperoncino nel locale. Oggi il primo sopralluogo. Nel frattempo sembrerebbe aver rotto il silenzio, secondo quanto riportato da SkyTg24, il trapper Sfera Ebbasta, che si è sfogato attraverso un post pubblicato sui social a diversi di distanza dalla strage della Lanterna Azzurra: “Le cattiverie che ho dovuto ascoltare su di me si commentano da sole”.  “Tutto quello che è successo  – aggiunge – mi ha stravolto, sapere che tutte quelle persone erano lì per me, per divertirsi insieme a me, non mi dà pace”. E conclude: “Porterò per sempre nel cuore e sulla mia pelle il ricordo di queste persone. Ci tengo a ringraziare famiglia, amici e fan che mi sono stati vicini”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *